sabato 4 febbraio 2012

Pasta matta, ovvero pasta per torte salate

A me piacciono molto le torte salate: le trovo comode, veloci e utili per mangiare verdure e altri alimenti che magari non sono molto graditi.
La pasta che uso nella preparazione è la pasta matta (già l'Artusi l'aveva definita così), molto veloce nella preparazione, infatti occorrono proprio 5 minuti, poco grassa e quindi più digeribile della pasta sfoglia o brisè generalmente ricche di burro, inoltre si presta bene ad accogliere ripieni umidi come le verdure, uova e formaggi.

La pasta matta è molto usata in Liguria nelle torte di verdure, famosa è la Torta Pasqualina, ma la si può utilizzare anche nella versione dolce per lo strudel o la baklava al posto della pasta fillo che si acquista nei supermercati.

Per la preparazione della pasta matta ho usato due tipi di Farina Molini Rosignoli: quella per Pasta e gnocchi e quella per Dolci e sfoglie. Con il primo tipo consiglio la preparazione della base per una torta salata, infatti è più ruvida al tatto e lascia la pasta più consona ad un ripieno di verdure e formaggi, mentre con la seconda potete preparare la base per uno strudel o per un dolce, in quanto l'impasto rimane molto setoso e lucido. Entrambe le farine danno comunque ottimi risultati in fatto di elasticità, gusto e lavorazione dell'impasto.
Ingredienti:

150 g di farina 
1 pizzico di sale
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
70 g circa di acqua tiepida

Preparazione:
Amalgamare il sale alla farina su una spianatoia, fare la fontana e nel centro versare l'olio, quindi iniziare ad impastare usando tanta acqua tiepida quanto ne occorre per avere un impasto omogeneo, sodo ma non duro (deve rimanere morbido). Coprire con un tovagliolo e lasciare riposare per almeno 1 ora. Se si usa questo impasto per lo strudel, coprirlo con una ciotola precedentemente scaldata. Con il mattarello tirare la sfoglia il più sottile possibile per lo strudel (un vecchio detto austriaco dice che deve leggersi una lettera d'amore attraverso la sfoglia) o la baklava, leggermente più spessa per le torte salate.

8 commenti:

elly ha detto...

Ottima per mettere le mani in pasta! E mi sembra anche veloce... tipo "mi è venuta voglia di..." e in quattro e quattr'otto il desiderio si esaudisce!!

Licia ha detto...

Cara Daniela, io l'ho provata e non mi ha delusa! :)

Daniela ha detto...

Cara Elly hai proprio ragione: è velocissima e ti permette di usarla con ripieni diversi. A volte la preparo anche il giorno prima e la conservo tranquillamente nel frigorifero e così è già pronta per la cena. :)
Grazie Licia!

Flò ha detto...

Io sono sempre indietro nelle cose perchè la pasta matta non la conoscevo. Tnks.

Belinda ha detto...

Anche questa ricetta è finita nel mio librone di ricette nella categoria "impasti di base". Grazie Daniela!

coccianna ha detto...

Ciao Daniela, scusa la mia ignoranza, non la conoscevo questa pasta matta, leggendo gli ingredienti vedo che non c'è lievito, giusto? grazie, Anna

Daniela ha detto...

Ciao Anna, infatti non c'è lievito. La devi lasciare comunque riposare per poterla stendere con il mattarello in una bella sfoglia sottile. Non si finisce mai di imparare, non trovi? Sapessi quanto sto imparando io da tutte queste amiche decisamente molto più esperte di me.....:)

nonna papera ha detto...

curiosissima!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...