mercoledì 27 marzo 2019

Buon Compleanno Club del 27: la mia torta di banana e cioccolato

Oggi è il compleanno del Club del 27, esattamente 2 anni fa nasceva questo gruppo che ogni 27 del mese si diverte a tradurre, rifare, sperimentare ricette sia di altre nazioni che quelle delle precedenti sfide dell'mtc.
Ricordo quando sono stata invitata dalla mia amica Elena  ad entrare a far parte di questo gruppo e, un pò timorosa, perchè essere assieme a tante blogger bravissime mi metteva soggezione, ho tradotto e realizzato le mince pies.
Devo dire che per una che non sa parlare inglese è, oltre che una scuola di cucina, anche un modo divertente per imparare la lingua  😊
Per cui devo dire grazie a tutto il team che sta dietro alle quinte e che lavora per proporci ogni mese ricette diverse.
Per questa uscita così speciale non abbiamo un file da cui scegliere, bensì due anni di ricette da cui attingere e prepararne una che o non abbiamo potute fare o abbiamo rimandato la realizzazione.
Ebbene, io cosa ho scelto? Un dolce, naturalmente! Può esserci un compleanno senza la torta? Certo che no!
Non aspettatevi niente di elaborato, perchè, come è mia abitudine, non è l'aspetto che conta, ma la sostanza, il profumo che invade la cucina, che abbraccia affettuosamente chi entra in casa, che crea allegria e la voglia di assaggiare tutti assieme 😊
La mia torta per il compleanno del Club del 27 è la torta di banana e cioccolato, ovvero la banana-chocolate chip wacky cake, tratta dall'uscita del 27 febbraio 2018 in cui abbiamo tradotto dal libro Wonder Pot, piatti cotti in una sola pentola.
La torta di banana e cioccolato mi era rimasta da provare: di una semplicità estrema, tutti gli ingredienti nello stampo, una mescolata e via in forno. Cosa volere di più?
La si serve direttamente dalla teglia con una pallina di gelato o del cioccolato fuso, ma io mi sono spinta ad accostarla alla panna montata, una vera bontà!
Quindi passiamo a vedere cosa occorre per portare in tavola la banana-chocolate chip wacky cake, ricordandovi di passare a vedere cosa hanno preparato le/gli altri per festeggiare il mitico Club del 27 e cantare tutti assieme  "Tanti auguri Club del 27"!

Banana-chocolate chip wacky cake

lunedì 25 marzo 2019

Gnocchi di semola al profumo d'arancia con pesto di zucchine e pistacchi

Buongiorno! Ultimo appuntamento del mese di marzo con Light and Tasty!
Pasqua si avvicina a grandi passi, le giornate si allungano e si ha voglia di piatti leggeri e colorati, per questo motivo oggi vi portiamo in tavola qualche idea per portare in tavola gli gnocchi.
Gli gnocchi sono un tipico piatto della cucina italiana e in genere li si identifica con quelli di patate, ma esistono anche altri modi per portare in tavola gli gnocchi, tra tutti quelli con la semola o con le castagne o con il pane....
Se vengono preparati in casa, gli gnocchi hanno un modesto contenuto di calorie, inferiore a riso e pasta, sono i condimenti che alzano l'asticella.
Che gnocchi vi propongo? Degli gnocchi di semola al profumo d'arancia con pesto di zucchine e pistacchi, leggeri, molto profumati, colorati e tanto primaverili, ideali per la tavola di Pasqua!
Gli gnocchi di semola sono senza uova, preparati solo con semola rimacinata e aromatizzati con la buccia di un'arancia bio, mentre il pesto di zucchine e pistacchi è reso cremoso dalla presenza della ricotta (per me senza lattosio).
Gli gnocchi di semola al profumo d'arancia con pesto di zucchine e pistacchi hanno la stessa consistenza dei classici gnocchi di patate, sono veloci da preparare e ancora di più da terminare 😃

martedì 19 marzo 2019

Ciambella con le nocciole

Buona Festa del papà!
E io festeggio il papà di casa con la ciambella con le nocciole! 
A mio marito piace tanto la ciambella a colazione, la mangia assieme ad una tazza di latte.
In genere la preparo nella maniera classica con lo zucchero sopra, a volte invece farcisco la ciambella con la marmellata per renderla più golosa.
Per tradizione a Piacenza la ciambella si chiama Buslan e lo si mangia intinto in un buon bicchiere di Malvasia....
Ho deciso di festeggiare il papà di mio figlio regalandogli questa ciambella con le nocciole 😊
Nei giorni scorsi, infatti, facendo un pò di ordine nell'armadietto della cucina, mi sono venute in mano delle nocciole tostate, buonissime! Le avevo comperate all'Artigiano in Fiera a dicembre da un produttore piemontese e così ho pensato di preparare la mia ciambella e renderla più interessante con le nocciole.
Bè diciamo che non ho messo solo le nocciole, ma anche la Nocciolata 😋 ed ho ottenuto una ciambella con le nocciole altamente pericolosa..... 


lunedì 18 marzo 2019

Risotto con topinambur e nocciole al profumo di limone

Eccoci al nostro nuovo appuntamento con Light and Tasty e i topinambur!
Vi piacciono i topinambur? A me tanto, li ho scoperti da poco ma, nella loro stagione, non mancano mai nel mio frigorifero.
Il topinambur, o carciofo di Gerusalemme, ha un aspetto bitorzoluto ed è bruttino....poverino!... da vedere, è un alimento ipocalorico essendo costituito dall'80% di acqua, è particolarmente ricco di vitamina A e H che resiste anche alla cottura.
Il topinambur è adatto all'alimentazione di obesi e diabetici, alle mamme che allattano e agli anziani e bambini convalescenti.
E' possibile consumarlo sia crudo, dopo averlo spazzolato accuratamente, che cotto e se prima era il pasto dei poveri, ora sono nati tanti piatti sfiziosi a base di topinambur.
Ma vediamo la mia proposta per questa giornata: risotto con topinambur e nocciole al profumo di limone.
Un risotto con il topinambur a pezzetti, la croccantezza delle nocciole del Piemonte e il profumo dei limoni di Sicilia, un risotto cremoso, molto profumato e delicato che incontrerà il gusto di molti.
Passiamo in cucina e prepariamo assieme il risotto con topinambur e nocciole al profumo di limone.

lunedì 11 marzo 2019

Farinata di ceci con i pinoli

Light and Tasty di questo lunedì ci porta in tavola i ceci.
I ceci sono ricchi di proteine e vitamine, ma anche di fibre che aiutano la regolarizzazione intestinale, nello stesso tempo, però, contengono cellulosa che può dar fastidio a chi soffre di colon irritabile.
I ceci contengono minerali quali il ferro e il potassio, che fanno sì che portino benefici a chi soffre di anemia o ipertensione, e l'acido folico, molto importante per le donne in attesa o in allattamento.
I ceci sono l'ingrediente principe dell'hummus e dei falafel, ma personalmente mi piacciono molto sia nella pasta che conditi con un filo di olio extravergine.
Per la ricetta di oggi ho pensato alla farinata di ceci arricchita con dei pinoli e che può essere un ottimo spuntino da portare con sè nelle prime gite primaverili.
La farinata di ceci è un piatto tipico della Liguria, molto apprezzato e amato tra i cibi di strada, il noto street food.
Le origini della farinata, come spesso accade, si confondono tra storia e leggenda: si narra che gli antichi Romani, durante l’occupazione di Genova, cuocessero acqua e farina di ceci, meno costosa di quella di grano, sugli scudi al sole.
Una delle prime testimonianze scritte, risale al 1477 quando, a Genova, un Decreto Legge disciplinò la ricetta della scripilita, antico nome della farinata, in cui veniva tassativamente vietato l’utilizzo di olio scadente, perchè solo un olio di ottima qualità è essenziale per un buon risultato.
La farinata è presente in molte regioni d'Italia prendendo nomi diversi come cecina in Toscana, fainè in Sardegna, panelle in Sicilia o belécauda in Piemonte.
Ma ora veniamo alla mia farinata di ceci con i pinoli e vediamo i pochi ingredienti che sono necessari alla preparazione.


lunedì 4 marzo 2019

Cestini di mela con cavolo rosso

Prima uscita del mese di marzo e Light and Tasty ci porta in tavola la mela.
Una mela al giorno leva il medico di torno, un detto popolare vero perchè la mela può essere considerata un farmaco della natura.
Questo frutto contiene pectina, una fibra alimentare che, regolando il passaggio del glucosio dall’intestino al sangue, contribuisce a tenere sotto controllo il livello di glicemia e ne assicura un lento e continuo assorbimento. Ricca di acqua, ha anche un buon quantitativo di vitamine.
La mela è la regina delle torte invernali: la torta di mele che piace ai grandi e ai bambini.
Oggi però la nostra rubrica ci propone la mela in piatti light!
La mia proposta è una mela salata ma con sotto sotto una nota dolce, infatti i miei cestini di mela sono farciti con cavolo rosso stufato con miele al limone che dona freschezza assieme allo zenzero.
I cestini di mela con cavolo rosso, oltre al contrasto di sapore, hanno anche un contrasto di consistenze, infatti la mela, che ho tenuto a bagno in acqua calda acidulata, rimane croccante, ma tiepida così da accogliere il cavolo rosso caldo e non lasciare due temperature diverse all'assaggio.
Un cestino di mela con cavolo rosso che può essere servito in un brunch o per un antipasto dove potete anche optare per mele di piccole dimensioni.
Se vi piacciono le mele, qua troverete tante ricette dolci e salate.



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...