mercoledì 27 giugno 2018

Il mio open sandwich per il club del 27

Nuovo appuntamento con il Club del 27! E' arrivata l'estate e questo meraviglioso gruppo di amiche e amici che ama spignattare, cosa vi propone? Ma dei sandwiches, meglio.... degli open sandwiches, in danese Smørrebrød.
Il libro che abbiamo tradotto e quindi sperimentato è "Open Sandwiches" di Trine Hahnemann.
Lo Smørrebrød, altro non è che il panino aperto, letteralmente pane, rigorosamente di segale, e burro, forse la preparazione più diffusa a Copenaghen per un pasto veloce tanto che esistono locali che servono solo questi panini aperti.
La Chef Trine  Hahnemann nel suo libro spiega il suo amore per gli open sandwich fin dall'infanzia quando li mangiava sulla spiaggia con il nonno.
L'autrice offre ben 70 ricette per deliziosi e salutari sandwich aperti ideali da servire sia a una cena che per uno spuntini veloce a base di salmone, formaggio, insalate e frutta.
Scegliere quale open sandwich fare è stato molto difficile, perchè tutti meritavano di essere portati in tavola, ma la mia passione per la frutta abbinata al salato mi ha portato a scegliere le pesche con il blue cheese e lo sciroppo balsamico (peaches, blue cheese and balsamic syrup). Molto gustoso! Il contrasto tra la pesca e il piccante del formaggio è piacevole.
Nella ricetta è indicata anche l'alternativa con le scaglie di parmigiano al posto del blue cheese (per me un gorgonzola piccante) che ho provato e, devo ammettere, che preferisco la versione con il gorgonzola, l'open sandwich con pesca e parmigiano ha meno sapore.
Il pane non l'ho fatto io. Panifico poco normalmente, in estate ancora meno, per cui ho acquistato del pane di segale con semi di lino, di girasole, sesamo e cumino (tipo i pani dell'Alto Adige, per intenderci).
Vi ho incuriosito? Allora guardate qua che carrellata di Open sandwich! prendete spunto per una cena estiva in terrazza per stupire i vostri ospiti, non ve ne pentirete!
Vediamo ora cosa occorre per preparare il mio open sandwich peaches, blue cheese and balsamic syrup.


lunedì 25 giugno 2018

Zuppa fredda di ceci, carote e pesche

Oggi Light and Tasty ci porta in tavola pesche e albicocche, i frutti dell'estate.
Albicocche e pesche molto simili tra loro per il colore, hanno la buccia vellutata, ma si assomigliano soprattutto per le proprietà benefiche che le caratterizzano. 
Questi frutti sono anti caldo, hanno pochissime calorie, ma tante vitamine e sali minerali inoltre assumere frutta e verdura di colore giallo-arancio apporta numerosi benefici alla salute, grazie all’alto contenuto di flavonoidi e di beta-carotene, che prevengono la formazione di radicali liberi.
Per la ricetta di oggi, io ho scelto la pesca.
La pesca apporta poche calorie, è ricca di acqua, ma anche di fibre, sali minerali e vitamine, può essere uno spuntino energetico e rinfrescante, magari utilizzando la pesca in un frullato, facilmente digeribile è indicata in gravidanza ed è utile per gli occhi e la pelle grazie al betacarotene.
Io ho deciso di proporvi questa zuppa fredda (ricetta che mi ha passato una mia amica), molto particolare, ma proprio per questo l'ho apprezzata molto.
La si può servire a temperatura ambiente, ma anche tiepida, come preferite.
Ad essere sincera sono stata molto indecisa se chiamarla zuppa o no, perchè le verdure sono sì cotte con poco brodo, ma dopo la cottura ne rimane davvero poco (o forse l'ho fatta asciugare troppo io....), però non è certo un'insalata 😉
Insomma, vi ho incuriosito? Sì? Allora scopriamo assieme come preparare questa zuppa fredda di ceci, carote e pesche

giovedì 21 giugno 2018

Torta di rose con albicocche

Benvenuta estate! Iniziamo questa stagione rovente o forse no....in effetti i temporali, anche piuttosto violenti, sono sempre dietro l'angolo.
Mentre lo scorso anno boccheggiavamo implorando un pò di pioggia, quest'anno io farei volentieri un break!
Ciò non toglie che il caldo inizia a farsi sentire e la voglia di rimanere accanto ai fornelli e accendere il forno se ne sta andando, per cui a breve anche il blog si prenderà una pausa ⛱
Qualche giorno fa, però, mi è presa la voglia improvvisa di una torta di rose. Sì capisco che è da pazzi....
Certamente è lievitata in "un attimo" 😉 ed è rimasta soffice per un paio di giorni (tanto è durata la mia torte di rose).
Nel cesto della frutta avevo delle belle albicocche dolci e infilarle all'interno della torta di rose è stata una bella idea.
Per non farmi mancare nulla, ho arricchito la torta di rose con albicocche anche con amaretti e gocce di cioccolato, il tutto in barba al caldo 😊
Vediamo come si prepara la torta di rose con albicocche

lunedì 18 giugno 2018

Panino di segale con bresaola, rucola e scaglie di grana

Penultimo appuntamento, per questa stagione, di Light and Tasty, da luglio saremo in vacanza (bè per modo di dire) per un paio di mesi!
Oggi vogliamo proporvi una rivisitazione, in chiave light, del panino.
Si sa che durante l'estate la voglia di cucinare è pari a 0, si preferisce rimanere all'aria aperta piuttosto che accanto ai fornelli, si va al mare, in piscina o a fare passeggiate in montagna e il panino spesso ci viene incontro. 
Ma come portare in tavola un panino nutriente che non appesantisce?
Noi del team di Light and Tasty, cerchiamo di venirvi incontro, senza per questo sostituirci a medici nutrizionisti, ma solo con piccole e modeste idee.
Innanzi tutto prendiamo in considerazione la scelta del pane, l'ideale sarebbe scegliere pane preparato con farine poco raffinate (segale, farro, integrale...), eliminando il pane all'olio e al latte, sicuramente più morbido e soffice, ma decisamente meno light.
Quindi passiamo alla farcitura. 
Per noi piacentini il top è un bel panino con la coppa o con il salame (due delle nostre tre Dop 😍), ma si sa che che è meglio rivolgere lo sguardo altrove 😉 e quindi prendiamo in considerazione la verdura grigliata o fresca, la bresaola o il prosciutto sgrassato, niente salse e via libera ai formaggi magri come ricotta, caprini o fiocchi.
E io che panino vi propongo? Una rivisitazione della classica bresaola con rucola e grana a cui ho aggiunto del pomodoro e delle zucchine grigliate per dare sapore e colore in più.

giovedì 14 giugno 2018

Insalata di orzo con fagiolini, feta e melanzana croccante

Oggi vi propongo una insalata di orzo, molto fresca, adatta al grande caldo estivo, sperando che arrivi finalmente l'estate (leggi: sta-arrivando-l'ennesimo-temporale) e che queste insalate colorate e fresche possano rallegrare le nostre/vostre tavole 😉
Ho arricchito l'insalata di orzo con fagiolini, pomodori e dei cubetti di melanzana croccanti ancora caldi, quindi ho creato un contrasto freddo/caldo. 
Ho, quindi, donato sapore all'insalata con della feta e con olio extravergine d'oliva aromatizzato al limone che dà anche freschezza e decorato il tutto con una fragola 😊
Ormai sapete che la frutta nelle insalate, che siano di verdure o di riso o di cereali in genere, mi piace molto, trovo che regali sapore all'intero piatto, oltre a rendere tutto molto più allegro.
Bene, passiamo alla ricetta, che è più facile a farsi che a scrivere e che, penso, piacerà molto anche ai bambini.

lunedì 11 giugno 2018

Torta salata con robiola e zucchine

Questa settimana Light and Tasty vi porta in tavola una carrellata di ricette con i formaggi freschi.
I formaggi freschi sono l'ideale per chi vuole tenersi leggero senza rinunciare ad un piatto nutriente e saporito, sono ricchi di acqua e apportano meno calorie dei formaggi stagionati.
Per la loro freschezza sono particolarmente apprezzati in estate, quando la fanno da padrone le insalatone e i piatti freschi.
Quali sono i formaggi freschi?
La mozzarella, la ricotta, la crescenza, la robiola, il caprino, il primosale....
I formaggi freschi sono una buona fonte di calcio, contengono vitamine del gruppo B, sono molto più deteriorabili del formaggio stagionato a causa dell'elevato contenuto d’acqua e  hanno un periodo di conservazione che va dai 2-3 giorni fino ai 2 mesi.
Io ho scelto di utilizzare la robiola, formaggio fresco a pasta molle privo di crosta, ha un gusto delicato e cremoso. Fonte di proteine altamente digeribili, può essere di latte vaccino, ovino, caprino o misto. 
La mia proposta è una torta salata molto leggera, senza uova nè panna. 
Le zucchine sono messe a crudo (badate che sia novelle perchè più tenere) e messe sopra ad una cremina a base di robiola e yogurt greco, profumata da qualche ago di rosmarino, ma va benissimo anche il timo o la menta.
La pasta della torta salata è la mia amata pasta matta fatta solo con farina (in questo caso semola), acqua e olio extravergine d'oliva, tirata in una sfoglia sottile in modo che si presenti come un guscio croccante, da servire tiepida ma ottima anche il giorno dopo.
Passiamo quindi alla ricetta della mia torta salata con robiola e zucchine.


mercoledì 6 giugno 2018

Biscotti rustici al farro e melagrana

Ieri avevo voglia di biscotti, ma un pò rustici.
Ho controllato le farine che ho nel mobile della mia cucina per vedere se per caso avevo dei pacchetti da finire.
Capita solo a me di avere sacchetti di farina con rimasugli che da soli non portano a niente? Spero di no!
Ho trovato mezzo pacco di farina di farro integrale macinata a pietra e pochissima farina di grano saraceno e così ho deciso di usare questi ingredienti per i miei biscotti rustici al farro che ho "ingentilito" utilizzando uno stampo a cuore 😊  
Buona colazione!

lunedì 4 giugno 2018

Smoothie al melone, pesca e lamponi

E siamo arrivati a giugno! Sta per iniziare l'estate e aumenta la voglia di cibi freschi, leggeri e, per quanto mi riguarda, colorati per una "botta" di buonumore 😊
Light and Tasty questa settimana porterà in tavola il melone.
Il melone è povero di calorie, quindi adatto alle diete, è drenante e rinfrescante, perchè ricco di acqua, è un frutto perfetto per mantenersi in forma durante il periodo estivo, ricco di antiossidanti, vitamine e sali minerali, è perfetto per contrastare la spossatezza dovuta al caldo eccessivo.
Per questa giornata, io ho scelto di preparare uno smoothie, mi piace questo concentrato di frutta, mi dà energia, specie se lo prendo al mattino a colazione.
L'Organizzazione Mondiale della Sanità afferma che un regolare consumo di frutta e verdura nell'arco della giornata favorirebbe una diminuzione di molte malattie. 
Per essere certi di un adeguato consumo di frutta e verdura, è stata creata la regola delle 5 porzioni cambiando i colori ad ogni portata: blu-viola, verde, bianco, giallo-arancio, rosso.
Per il mio smoothie ho pensato di unire tre dei cinque colori che dovremmo consumare nell'arco della giornata: arancio del melone, bianco della pesca e rosso dei lamponi (possono essere sostituiti a piacere da more o mirtilli). 
Il risultato è un bicchiere di colore rosa chiaro, dolcificato naturalmente con il solo zucchero della frutta e che profuma d'estate per la presenza del basilico.
Lo smoothie al melone pesca e lamponi è cremoso, per la presenza dello yogurt, se lo preferite più liquido aggiungete, a piacere, un pò di latte di soia o di riso o di mandorla.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...