lunedì 16 settembre 2019

Omelette verde con rucola e crescenza senza lattosio

Oggi Light and Tasty ci porta in tavola un cesto di verdure a foglie verde (insalata, rucola, bietole, cicoria.....e chi più ne ha più ne metta).

Il colore verde è dovuto alla clorofilla, che ha un’azione antiossidante molto elevata e favorisce la protezione dall’invecchiamento cellulare.
Le verdure a foglia verde, inoltre, hanno un basso apporto calorico, sono ricche di minerali e vitamine. 
Io ho scelto di utilizzare la rucola.
La rucola ha poche calorie e per questo motivo è consigliata durante la dieta, ha un grande contenuto di acqua, di minerali, vitamine, inoltre è ricca di antiossidanti, che contrastano i radicai liberi ed esercitano un’azione preventiva nei confronti dei tumori.
Il nome rucola sembra derivi dal vocabolo "eruca" che significa bruciare, forse proprio per il suo sapore particolare e pungente, quasi piccante.
La ricetta che vi propongo è molto semplice, ma ricca di gusto, una omelette verde con rucola e stracchino senza lattosio.


lunedì 9 settembre 2019

Riso venere con pesche grigliate, fagiolini e mozzarelline

Al mercato si trovano ancora le pesche che diventano le protagoniste dell'uscita di Light and Tasty di oggi.
Dolce, dissetante, nutriente, rinfrescante, la pesca è uno dei frutti più rappresentativi dell'estate ed è un toccasana per l'organismo.
Poco calorica e a basso indice glicemico, la pesca contiene una buona percentuale di acqua, ma anche vitamine e fibre, oltre a molti sali minerali.
La pesca, inoltre, è ricca di antiossidanti utili a contrastare i radicali liberi.
Ho visto questa ricetta, riso venere con pesche grigliate, fagiolini e mozzarelline su "Cucina Naturale" di giugno e che io ho rielaborato a mio gusto personale.  
Infatti ho sostituito le taccole con i fagiolini, che avevo in frigorifero, ho aggiunto lo zenzero per dare un pò di sprint al gusto e ho utilizzato i semi di sesamo al posto di quelli di papavero.
Il riso venere con pesche grigliate, fagiolini e mozzarelline è l'ideale per queste sere di fine estate (qui da me sembra che l'estate sia davvero finita...sigh!), ma anche da portare in ufficio, basta metterlo in un barattolo o in un contenitore a chiusura ermetica e infilarlo nella borsa.
Non perdiamo tempo e scopriamo assieme come portare in tavola il riso venere con pesche grigliate, fagiolini e mozzarelline.


venerdì 6 settembre 2019

Muesli homemade con lo yogurt

Cosa è il muesli?
Il muesli è una semplice miscela di fiocchi di cereali a piacere, in genere avena, con frutta secca e/o essiccata, una eventuale aggiunta di semi e, se piacciono, spezie, il tutto rigorosamente senza zuccheri.
Il muesli si differenzia dalla granola (sul blog sono presenti due ricette di granola), quest'ultima infatti è cotta al forno con l'aggiunta di miele e sciroppo d'acero in modo da formare delle pepite croccanti.
Durante il mio soggiorno in Inghilterra, la scorsa primavera, ho acquistato del muesli, ma una volta terminato ho deciso di farmelo in casa.
Questa che vi presento oggi è una delle mie varianti di muesli homemade, ovviamente si possono fare modifiche aggiungendo o togliendo della frutta a favore di altra che più è gradita.
Il muesli è ottimo a colazione con il latte, ma con lo yogurt....bè è la morte sua, modo di dire che rende bene, non trovate?  😃


martedì 3 settembre 2019

Torta salata con pomodorini e senape

Eccoci! Siamo tornate 😃 
Siamo pronte e cariche di entusiasmo per iniziare una nuova stagione di Light and Tasty che comincia portandoci in tavola i pomodori.
A me piacciono tantissimo e durante la loro stagione li porto in tavola spesso.
Per me i pomodori rappresentano l'estate ed è difficile che li porti in tavola fuori stagione, anche se ormai si trovano tutto l'anno, grazie alle coltivazioni in serra.
Poveri di calorie, contengono licopene un antiossidante che protegge il nostro organismo dalle malattie degenerative legate ai processi di invecchiamento e dal cancro, specie quello del colon e della prostata.
Se ti servono idee su come portare in tavola i pomodori clicca →qua← e troverai diverse ricette.
Oggi ho scelto una torta salata, tanto per non smentirmi!😉 
Una torta salata con pomodorini e senape in versione monoporzione, da servire sia come antipasto sia durante un aperitivo, ma perchè non portarla al lavoro per ricordare il profumo delle vacanze? 😊 
Ottima calda, ma anche a temperatura ambiente, io consiglio di preparare la torta salata con pomodorini  e senape un pò prima, per esempio la mattina per la sera, per gustarla al meglio.

martedì 27 agosto 2019

Appetizer improvvisato

Buon pomeriggio, eccomi dopo la pausa estiva.
Con oggi riprendo a pieno ritmo, mi sono riposata abbastanza e mi sento in forma.
Il caldo quest'anno è stato intenso e mi ha privato sia della voglia di mettermi ai fornelli, sia di seguire il blog, poverino! 
Da settimana prossima riprende anche Light and Tasty con tanti nuovi argomenti 😊
Ma torniamo a noi! Sapete che mio figlio abita e lavora in Inghilterra, ma appena possibile (sì...insomma...ogni due mesi circa 😃) torna a casa per trascorrere il fine settimana con noi.
In queste occasioni, io cucino ogni ben di Dio: non si sa mai che torni a casa con la fame 😄
Proprio in una di queste visite ho preparato un velocissimo appetizer, da mangiucchiare mentre si apparecchia la tavola, nell'attesa di sederci tutti assieme e mentre ci si racconta del lavoro, del tempo, delle amicizie e di tutto quello che è successo a Cambridge e a Piacenza.
Vi lascerò solo gli ingredienti che ho utilizzato, naturalmente ciò che avevo in casa.
E' solo un'idea nel caso che anche voi vogliate ingannare il tempo della cottura della pasta.
Appetizer improvvisato... ecco come prepararlo


giovedì 1 agosto 2019

Plumcake integrale ai mirtilli senza lattosio

Lattosio? No, grazie! 
Sembrerà strano, ma ormai sono tanti, sia adulti che bambini, che sono intolleranti al lattosio, io compresa!
Per fortuna la grande distribuzione ha una vasta varietà di prodotti senza lattosio.
Quando posso cerco di togliere del tutto il latte e i suoi derivati dalle mie preparazioni, sostituendolo con altri ingredienti, un pò come ho fatto con questo plumcake totalmente senza lattosio.
Per preparare il mio plumcake integrale ai mirtilli senza lattosio, ho sostituito il burro con l'olio ed il latte con il succo di mirtillo. 
Il risultato è un plumcake morbido, leggero e molto digeribile, inoltre l'ho reso goloso unendo al suo interno la Fiordifrutta ai mirtilli e servito con mirtilli freschi.
Volete provare il mio plumcake integrale ai mirtilli senza lattosio?

mercoledì 31 luglio 2019

La mia intervista

Qualche giorno fa sono stata contattata da Rolling Pandas un bellissimo sito di viaggi, in merito ad una intervista.
Ho accettato subito dopo aver visitato il sito, ricco di foto stupende e di viaggi organizzati.
La mia intervista è online da ieri, non perdetela 

giovedì 25 luglio 2019

Muffin all'albicocca

Cosa c'è di meglio di un muffin a colazione o a merenda?
Io li adoro e ne faccio davvero tanti. 
Ma lo sapete che ogni tanto devo controllare se ne ho già di simili sul blog o posso fare una foto?
Sostituisco il latte con succhi o spremute, utilizzo farine diverse, inserisco la frutta o le confetture....insomma dipende cosa ho in casa! 
Se anche voi siete dei fan sfegatati del muffin vi consiglio di dare un'occhiata →qua← e sicuramente troverete qualcosa che fa al caso vostro!
I muffin li adoro a colazione, ma anche al pomeriggio con una bella tazza di tè, ovviamente adesso freddo, ma anche con il caffè non ci stanno male. 
Sono talmente semplici e veloci da preparare che li consiglio anche a chi non è tanto esperto in cucina, preparateli per la merenda dei bambini, li farete felici!
Ho reso ancora più golosi i miei muffin all'albicocca utilizzando la bevanda alle nocciole al posto del latte vaccino e la Nocciolata direttamente nell'impasto, in questo modo i muffin all'albicocca invoglieranno ancora di più a fare una buona colazione, anche i più reticenti.
L'utilizzo del forno è minimo e in circa mezz'ora i vostri muffin all'albicocca sono pronti per essere gustati.

lunedì 15 luglio 2019

Le albicocche nella mia cucina

Eccomi di ritorno dalla mia settimana al mare. 
Non sempre c'è stato bel tempo, ma questo mi ha permesso di fare qualche giretto per vedere posti nuovi. 
Adesso si riparte, spero, caldo e afa permettendo 😊
Dopo avervi lasciato una raccolta delle mie ricette con le ciliegie pubblicate sul blog (che avete molto apprezzato), ho pensato di lasciarvene una anche per le albicocche.
Le albicocche sono ricche di betacarotene e licopene, sono quindi preziose per la pelle e per gli occhi.
Inoltre essendo ricche di potassio contrastano la ritenzione idrica e la cellulite.
Ma vediamo quali ricette sono già presenti nel blog con questi frutti dorati, amici del nostro benessere.

giovedì 4 luglio 2019

Crostatine con gocce di cioccolato e pesche

Buongiorno! Come va? Siete già in vacanza? 
Io mi concederò qualche giorno al mare fra poco.
Sento già "odore" di mare, di sole, di relax, di pisoli  😄 e di lunghe passeggiate con la mia Dorothy.
Per tutto questo e per il caldo che si sta facendo sentire, le uscite sul blog vanno diradandosi, ma del resto chi sta al pc o al cellulare  a leggere ricette?
Una crostatina potevo non lasciarvela? La colazione si fa anche in estate.... Ed io accendo il forno anche con 40° (sono pazza, me ne rendo conto).
Si sa che le pesche con il cioccolato vanno a braccetto, per questo ho pensato di inserire le gocce di cioccolato all'interno della frolla.
Sì lo so che è una follia fare la frolla, e per di più "cioccolatosa", con 40°, da camicia di forza, ma vi assicuro che ne vale la pena.
Ma bando alle ciance, vediamo cosa occorre per le crostatine con gocce di cioccolato e pesche!

mercoledì 3 luglio 2019

Le ciliegie in cucina: ricette dolci e salate

Sto cucinando poco, ma il caldo mi sta dirottando su piatti freschi e leggeri, molto veloci nell'esecuzione. Inoltre abbonda la frutta di stagione che mangio alternando i colori e i sapori.
Oggi ho deciso di riprendere qualche piatto con le ciliegie, sia dolce che salato, che nel corso degli anni vi ho proposto.
Le ciliegie che acquisto sono a Km 0, le squisite ciliegie di Villanova.
Approfittiamo delle ultime che troviamo sui banchi del mercato.

           

giovedì 27 giugno 2019

Le mie tapas per il Club del 27

Questo mese il mitico Club del 27 riprende la sfida n°60 di mtc che aveva  come tema le tapas.
Cosa sono le tapas? Iniziamo subito spiegando, per i pochissimi che non lo sanno, che ci troviamo in Spagna...olè...e le tapas sono delle piccole porzioni che si mangiano seduti in un piattino utilizzando le posate, insomma un piatto che diventa un finger food.
Ma non è finita qua! E già, infatti la nostra ricetta è in effetti un tris: abbiamo dovuto preparare ben 3 monoporzioni, scegliendo fra le tapas, i pinchos e i montaditos.
I pinchos sono finger food che si infilzano con uno stuzzicadenti, quindi da mangiare in un sol boccone e i montaditos sono delle fette di pane o panini mignon con farcitura.
Argomento e ricette molto interessanti che mi sono cadute a fagiolo (come si suol dire), infatti proprio domenica mio marito festeggia il compleanno e mai come questa volta il Club del 27 mi è venuto in aiuto.
Mi sono messa a scorrere tutte le ricette proposte e ne ho scelte 3 che mi sembravano adatte sia all'occorrenza, sia alla stagione.
Di seguito la copia delle ricette ed eventuali miei cambiamenti tra parentesi.
Buona estate con tutte le nostre tapas....olè....



lunedì 24 giugno 2019

Insalata di quinoa con pesche, rucola, feta e mandorle

E siamo arrivate al nostro ultimo appuntamento con Light and Tasty.
Con il caldo si sta meno davanti al computer, ma si sta meno anche davanti ai fornelli.
Nel fine settimana ci concediamo qualche ora al mare o in montagna o in campagna, ma anche in piscina o in riva al fiume!
Per questo le mie amiche  ed io, abbiamo deciso di salutarvi con qualche idea per quanto riguarda i piatti freddi.
I piatti freddi sono tutte le insalate di verdura, di pasta o di riso e tutte quelle proposte fredde, ma sfiziose che aiutano a combattere il caldo e soprattutto la sete. Quindi piatti freddi gustosi, facili, leggeri e semplici da preparare.
Io ho scelto la quinoa, che porto in tavola spesso durante l'estate, e che ho abbinato alla frutta, le pesche e le mandorle, alla verdura, la rucola e i pomodori e al formaggio, la feta.
Vi saluto con questa insalata di quinoa con pesche, rucola, feta e mandorle fresca, gustosa e leggera che potete portarvi nello zaino o nella borsa se andate al lavoro e le vacanze sono ancora un miraggio....


giovedì 20 giugno 2019

Galletta con le ciliegie

Vi ho già parlato innumerevoli volte della mia passione smodata per le ciliegie e delle ciliegie di Villanova d'Arda che acquisto regolarmente al mercato e che utilizzo sia nel dolce che nel salato.
Oggi vi lascio il mio ultimo esperimento, preparato proprio qualche giorno fa: la galletta con le ciliegie.
Era da tanto che volevo prepararla e dopo il primo assaggio mi sono chiesta perchè avessi aspettato tanto!
Ho preparato la pasta con la farina integrale, senza uova e pochissimo zucchero, ne è uscito un impasto rustico, molto gradevole.
La dolcezza le viene data dalla Fiordifrutta alle ciliegie e dalle ciliegie stesse, dolci e succose.
Vediamo quindi come preparare la galletta con le ciliegie

lunedì 17 giugno 2019

Insalata di fagioli cannellini con pomodori e olive

Siamo arrivati al penultimo appuntamento di Light and Tasty prima delle vacanze estive e proprio per questo vi stiamo proponendo piatti freschi e stuzzicanti, poco elaborati, leggeri e molto colorati.
Oggi ci occupiamo di fagioli.
Questi legumi sono ricchi di carboidrati, proteine, minerali e vitamine per questo motivo sono un alimento completo e ricco.
I fagioli possono dare problemi di gonfiore addominale che è possibile eliminare o ridurre aggiungendo dello zenzero o dell'origano al condimento. 
Ad essere sinceri io ne mangio pochissimi proprio perchè mi "gonfiano", ma ho una predilezione per i fagioli cannellini, tanto è vero che li uso al posto dei borlotti per i pisarei e fasò, piatto tipico piacentino.
Visto l'avvicinarsi della stagione estiva e della conseguente mancanza di voglia di stare ai fornelli, ho deciso di proporvi una appetitosa insalata di fagioli cannellini con pomodori e olive.
Potete utilizzare sia i fagioli secchi ricordandovi che vanno prima ammollati e poi cotti, per cui calcolate anche questi tempi, oppure i fagioli già cotti, possibilmente quelli venduti nel contenitore di vetro.
Mi tirerò l'ira di molte, ma confesso che per velocizzare i tempi li utilizzo spesso e non ho nemmeno pacchetti da terminare nel mobiletto 😉
Ma passiamo subito a vedere cosa occorre per l'insalata di fagioli cannellini con pomodori e olive.


lunedì 10 giugno 2019

Muffin con gli spinaci

Siamo quasi giunti al termine dei nostri appuntamenti con la rubrica Light and Tasty quindi anche noi andremo in vacanza. 
Il caldo inizia a farsi sentire e, proprio per questo motivo, cerchiamo di lasciarvi tanti spunti per pranzi e cene light, ma sempre con gusto.
Oggi portiamo in tavola gli spinaci, gioia e dolori di molte mamme che spesso non riescono a farli accettare dai figli.
Vengono studiati trucchi e magheggi per mimetizzarli e camuffarli 😊 e quindi si ricorre all'aiuto di Braccio di Ferro, che quando li divora dalla scatoletta diventa il più forte e invincibile!
Gli spinaci contengono ferro, ma è difficilmente assimilabile! Ma il trucco c'è: basta aggiungere del succo di limone, infatti l’azione dell’acido ascorbico sul ferro vegetale farà sì che sia ferro che calcio vengano assimilati dall'organismo.
Io ho scelto di preparare dei muffin con gli spinaci, veloci da preparare, molto gustosi e ideali da portare in spiaggia o ad un pic nic, ma anche per la pausa pranzo al lavoro o per un antipasto, magari in formato mignon.
Se vi interessano altre idee con gli spinaci, cliccate → qua ← e sicuramente troverete qualcosa che fa per voi 😉

giovedì 6 giugno 2019

Torta di ciliegie e semi di papavero

Mi ero completamente scordata di questa torta! 
Qualche giorno fa ho cercato di fare ordine fra le ricette in bozze cercando di mettere avanti quelle con gli ingredienti di stagione. 
In questo modo mi è "saltata fuori" questa torta di ciliegie e semi di papavero di cui proprio non mi ricordavo, ma la trovo molto indicata per il periodo.
La pioggia caduta nel mese di maggio ha provocato danni alle coltivazioni, ma il sole di questi giorni sta dando una mano alla maturazione dei nuovi frutti, per cui non ci sono scuse per non preparare la torta di ciliegie e semi di papavero prima che finiscano!



lunedì 3 giugno 2019

Insalata mista con mazzancolle, mais e dressing allo yogurt e senape

Come decidiamo gli ingredienti di Light and Tasty? Ognuna fa delle proposte e poi decidiamo tutte assieme cosa inserire e quando.
Bene, quando le mie compagne di avventura hanno deciso di programmare per oggi una ricetta light con molluschi o crostacei, io ho iniziato a sudare freddo! 
Io mangio pochissima carne, non mangio pesce e ancor meno queste "bestioline", per cui cosa mai potevo proporre per quest'oggi?
Ho iniziato con l'acquistare le mazzancolle, ovviamente già pulite 😉ma non ditelo  a nessuno, e poi ho aperto il frigorifero e ho messo assieme ciò che avevo a disposizione.
Ricetta semplice, veloce come è nel mio stile, ma devo dire che questa insalata mista con mazzancolle, mais e dressing allo yogurt e senape è proprio gustosa e ....... (rullo di tamburi) mi è piaciuta 🎉
I crostacei sono animali acquatici invertebrati, cioè non hanno lo scheletro, ma si proteggono con una corazza detto esoscheletro o carapace.
I crostacei sono ricchi di proteine, minerali, Omega 3 e 6, ma bisogna fare attenzione al colesterolo e al probabile potere allergizzante.
Questa insalata mista con mazzancolle può essere servita sia come un secondo piatto che come antipasto: basterà disporla in piccole ciotole monoporzione.
Per la mia insalata mista con mazzancolle, mais e dressing allo yogurt e senape, non lascio un quantitativo degli ingredienti, perchè potete variare le proporzioni a vostro piacere e gradimento, io indico solo ciò che ho utilizzato.

martedì 28 maggio 2019

Biscotti con riso soffiato, fiocchi di avena e miele

Con un giorno di ritardo eccoci al nostro appuntamento con Light and Tasty, che oggi ci porta in tavola il riso. 
La culla del riso è l'Asia dove si sono trovati reperti fossili di circa 5000 anni fa.
Il riso è un alimento rinfrescante, disintossicante ed essendo privo di glutine può essere consumato anche da chi soffre di celiachia.
Esistono diverse tipologie di riso come il riso basmati, molto digeribile e ideale come contorno al posto del pane; il riso nero ricco di proteine e consigliato in caso di colite o gastrite; il riso bianco povero di vitamine e sali minerali ma ricco di amido; il riso rosso che aiuta a combattere il colesterolo; il riso integrale che aumenta il senso di sazietà.
Per la ricetta di oggi io ho scelto di utilizzare il riso soffiato.
Il riso soffiato è prodotto dal pre-riscaldamento a 300-400°C dei chicchi di una qualità di riso a grana rotonda: i chicchi caldi vengono introdotti in una autoclave, dove subiscono un forte aumento della pressione esterna che genera l'espansione del volume dei chicchi di riso e così prendono il nome di “riso soffiato”.
Perchè, direte voi, il riso soffiato e non il classico riso? Perchè ne avevo comprato un sacchetto tempo fa e mi sembrava giunta l'ora di farne un buon uso 😃
Avevo visto delle ricette di biscotti che avevano il riso soffiato tra gli ingredienti e così sono usciti questi biscotti, un pò grandi per la verità, ma molto molto croccanti, forse poco dolci ma devono pur essere light....
Vediamo, quindi, come preparare i miei biscotti con riso soffiato, fiocchi di avena  e miele

lunedì 27 maggio 2019

La mia chocolate pear crisp per il Club del 27

Questa volta ci sono! Purtroppo il mese scorso ho saltato l'appuntamento con il Club del 27, ma oggi sono qua, puntuale e carica!
Questo mese abbiamo scelto tra una vasta selezione di ricette, dolci e salate, light!
Avete capito bene: ricette light per preparaci alla tanto temuta prova costume.
Bè non è che il tempo invogli molto ad indossare il costume, ma siamo fiduciose e siamo convinte che presto i raggi del sole arriveranno a scaldare l'aria e a farci desiderare spiagge assolate e tuffi tra le onde!
Per la mia prova costume io ho scelto un dolce 😃 quello che ci vuole per guadagnare una linea perfetta! O no????
Tra tutte le ricette accattivanti e golose, mi sono imbattuta in queste pera e cioccolato cotta al forno, chocolate pear crisp, perfette per calmare la voglia di dolce che a volte ci assale.
La chocolate pear crisp è un dolce davvero light, non contiene grassi, poco zucchero, tanta frutta ed è ideale per essere consumato a colazione o a merenda, ma anche per un fine pasto goloso.
Ho seguito la ricetta passo a passo, senza fare nessuna modifica e vi assicuro che è semplice, veloce, light, ma molto molto golosa, tanto è vero che è terminata subito!
Volete rimettervi in forma anche voi e prepararvi alla vostra prova costume? Allora leggete tutte le proposte del gruppo e tuffatevi in questo mare di ricette light.
Ma ora vediamo cosa occorre per preparare le pere con il cioccolato, chocolate pear crisp...

Pera e cioccolato al forno

lunedì 20 maggio 2019

Insalata di fave con pinoli, zenzero e timo

Eccoci ad un altro appuntamento con Light and Tasty e questa settimana abbiamo cucinato le fave.
Le fave sono dei legumi di colore verde e si trovano fresche in primavera, secche durante tutto l'anno, sono ricche di proteine, fibre vegetali che aiutano a combattere il colesterolo, ferro e vitamine, mentre sono povere di grassi.
Sembra che un corretto consumo di fave aiuti a prevenire malattie come il morbo di Parkinson, l'artrite e l'osteoporosi.
Attenzione: chi soffre di favismo non può assolutamente mangiare le fave. Il favismo è una patologia in cui è presente un difetto congenito in un enzima normalmente contenuto nei globuli rossi.
Io questo lunedì porto in tavola un'insalata di fave con pinoli, zenzero e timo, particolare e molto aromatica. 
La presenza sia del limone che dello zenzero rendono l'insalata di fave molto fresca e primaverile, mentre le scaglie di grana fanno sì che questa insalata di fave con pinoli, zenzero e timo diventi un piatto da asporto per chi la pausa pranzo la trascorre in ufficio.
Quando ho pensato a questa insalata di fave con pinoli, zenzero e timo, immaginavo giornate assolate, tiepide, con i primi pranzi sulla terrazza ed invece fa freddo, piove e tira vento e quasi quasi riaccendo il riscaldamento. 
Che la primavera sia davvero scomparsa??????


lunedì 13 maggio 2019

Petto di pollo con le nespole

E siamo alla metà di maggio, un mese di maggio anomalo con giornate fresche, la neve sui monti e io che vado a rincorrere i raggi del sole per scaldarmi. Ho gli armadi in uno stato confusionale dove i maglioncini di lana si confondono tra quelli di cotone....non esistono più le mezze stagioni 😃
In questo inizio di settimana di metà mese, Light and Tasty ci porta in tavola le nespole.
Le nespole sono frutti dolci e aspri nello stesso tempo, ricche di vitamine A, sono diuretiche e con proprietà digestive, inoltre hanno poche calorie e quindi sono utili in caso di regime ipocalorico.
I semi delle nespole, invece, non vanno mangiati perchè contengono acido cianidrico, una sostanza molto velenosa.
Un tempo ogni casa in campagna aveva un nespolo in giardino, in quanto si pensava che tenesse alla larga le streghe e la sfortuna, ma veniva anche utilizzato dai contadini per scandire il passaggio delle stagioni. Il nespolo è il primo albero a fiorire e l'ultimo a maturare.
Per la mia proposta di oggi ho utilizzato le nespole in un salato: petto di pollo con le nespole.
La nespola dona ai piatti salati un particolare sapore agrodolce che io ho accentuato utilizzando anche lo zenzero e il timo limone, mentre ho usato poco sale se non un pizzico di quello alle erbe che mi piace molto.
Ma vediamo come preparare il petto di pollo con le nespole.


lunedì 6 maggio 2019

Macedonia di fragole e lamponi con limone, basilico e timo

Nuovo appuntamento con Light and Tasty che questo lunedì ci porta un cesto molto profumato pieno di..... erbe aromatiche!
Usiamo le erbe aromatiche ogni giorno, rosmarino, salvia, basilico tra quelle più comuni, per non parlare dell'origano e del timo. Le coltiviamo nei vasi sui balconi o sui davanzali e, le più fortunate, nell'orto.
Le erbe aromatiche vengono utilizzate in cucina per conferire aroma e sapore ai piatti, alcune si abbinano meglio alla carne e altre al pesce, ma dobbiamo anche considerare le loro proprietà curative.
Per esempio: la salvia, il cui nome vuol dire salvare-guarire, gli antichi Egizi la utilizzavano per curare l'infertilità femminile e i Greci per curare le piaghe, ma si possono preparare anche decotti per curare le infiammazioni del cavo orale.
Il rosmarino, che cresce spontaneo sui litorali mediterranei, è il più comune tra le erbe aromatiche coltivate in vaso e, nell'antichità, veniva usato per alleviare i disturbi dello stomaco, ma abbassa anche il colesterolo e aiuta contro il diabete.
Nella mia macedonia di fragole e lamponi con limone io ho utilizzato due erbe aromatiche molto fresche: il basilico e il timo limone.
Il basilico è un'erba aromatica molto profumata e in cucina si usano le foglie fresche (essiccato perde parte del suo profumo), mentre sotto forma di olio essenziale stimola l'appetito e la digestione, ma sembra sia utile anche contro i dolori delle articolazioni. 
Il basilico si abbina molto bene al pomodoro e alle melanzane, ma non dimentichiamo il pesto genovese.
Anche l'utilizzo del timo risale a tempi remoti, pensate che gli Egizi lo utilizzavano per imbalsamare i cadaveri, mentre sotto forma di infuso o decotto serve per curare le infiammazioni delle vie respiratorie.
Il timo si utilizza per insaporire carni, pesci e verdure.
In questa macedonia di fragole e lamponi ho utilizzato la varietà limone, dall'intenso profumo di agrume che ben si abbina alla frutta, nel mio caso appunto le fragole e i lamponi.
La macedonia di fragole e lamponi con limone, basilico e timo è molto fresca, aromatica, una vera esplosione di sapori e profumi utile per concludere un pasto con una nota di leggerezza e freschezza.
Vediamo ora come preparare la mia macedonia


lunedì 29 aprile 2019

Torta con i fiocchi di avena

Buongiorno e ben ritrovate! 
Dopo una pausa di circa dieci giorni, durante i quali ho festeggiato il mio compleanno e la Pasqua in Inghilterra a casa di mio figlio, eccomi qua carica e con la voglia di riprendere a scrivere le mie ricettine, ma torna anche il nostro appuntamento con Light and Tasty con un argomento molto interessante: i fiocchi di cereali.
I cereali possono essere consumati sia sotto forma di chicchi soffiati, muesli oppure di fiocchi e sono proprio i fiocchi a conservare le proprietà nutritive e le caratteristiche del seme originale. 
I fiocchi di cereali vengono prodotti cuocendo leggermente i cereali a basse temperature che poi vengono schiacciati attraverso dei rulli ed è proprio il calore moderato che è sufficiente a rendere assimilabile l’amido contenuto nel chicco che, altrimenti, da crudo, risulterebbe indigesto creando fastidiosi gonfiori addominali.
I fiocchi vengono generalmente usati per la colazione, nel muesli o nel porridge, ma è possibile consumarli in tutto l'arco della giornata (vedi qua le ricette con fiocchi di cereali pubblicate in precedenza).
Una delle mie passioni sono i fiocchi di avena che utilizzo spesso nel porridge o nella granola ed è difficile che ne sia sprovvista, per questo, la mia scelta di oggi è caduta sui fiocchi di avena integrali.
I fiocchi di avena sono un'ottima fonte di carboidrati, proteine e fibre, inoltre contengono beta-glucano che può aiutare le persone affette da diabete a controllare il livello di glucosio nel sangue.
Cosa ho scelto? Una torta con i fiocchi di avena che ho visto sul web, pubblicata in parecchi blog che seguono la linea del "mangiare sano". 
Non c'è stata scelta più azzeccata, infatti la torta con i fiocchi di avena è buonissima, sicuramente nutriente e ne basta un solo quadretto a colazione per avere energie sufficienti per affrontare tutta la mattinata.
La torta con i fiocchi di avena farcita con confettura di lamponi (io ho usato la Fiordifrutta ai lamponi, senza zuccheri aggiunti) è semplice e veloce da preparare ed è adatta anche ai bambini e la potete offrire assieme ad una spremuta o a una macedonia di frutta o un bicchiere di latte.
Ma andiamo in cucina e vediamo cosa occorre per la nostra torta con i fiocchi di avena. 

giovedì 18 aprile 2019

Potpourri di tortelli dolci

Cosa è il potpourri?
Un insieme di petali, fiori secchi, a volte anche frutta, aromatizzati che servono per profumare la casa o la biancheria.
Io l'ho associato ai tortelli dolci in quanto ho preparato tortelli di gusti, aromi e sapori diversi.
Oggi è il mio compleanno!  
Gli anni iniziano ad essere tanti lo confesso, ma l'importante è sentirsi giovani dentro.....o è solo una frase fatta per evitare di prendere coscienza della realtà? 😃
Comunque niente torta. 
Ogni tanto mi capita di compiere gli anni nella settimana Santa, un anno era addirittura il venerdì Santo e con che torta vuoi festeggiare in un giorno di digiuno e astinenza?
Ebbene oggi ho raggirato il problema e visto l'avvicinarsi della Pasqua in cui (tralasciando il significato religioso e rimanendo nel clima "festa di compleanno") si rompono le uova di cioccolato con la curiosità di scoprire la sorpresa, ho deciso di fare dei tortelli dolci con farciture varie, a sorpresa appunto 😊
Al momento del dolce, basterà mettere i tortelli alla rinfusa in un cestino o in una ciotola, ognuno "pescherà" il suo e scoprirà cosa contiene al suo interno.
Ecco spiegato il significato del potpourri di tortelli dolci.
Virtualmente il mio potpourri di tortelli dolci è anche per voi che mi tenete compagnia ogni giorno da quasi 8 anni 😘
Colgo l'occasione per augurarvi anche Buona Pasqua!
Ritornerò dopo le vacanze, ho infatti intenzione di godermi qualche giorno solo con la mia famiglia e per questo sarò in trasferta da mio figlio, senza pc  😊

                                                  Auguri a tutti!!!!!


lunedì 15 aprile 2019

Lasagne con zucchine, piselli e besciamella alla curcuma

Ultimo lunedì prima di Pasqua, fervono i preparativi per il pranzo della domenica e della gita di Pasquetta, per questo Light and Tasty vi propone come portare in tavola un classico della cucina italiana, in chiave light, naturalmente: le lasagne!
Le lasagne, un piatto che fa famiglia, pranzi importanti e, per chi è emiliana come me, uno dei piatti delle Feste!
Le lasagne sono costituite da sfoglie rettangolari di pasta all'uovo, bollite e sgocciolate, quindi disposte in sequenze di strati separati da una farcitura che varia a seconda delle zone.
Quando si parla di lasagne si pensa subito alle lasagne alla bolognese in cui gli strati di sfoglia, verde, sono farciti con parmigiano, ragù e besciamella, ma non possiamo dimenticare le lasagne di Carnevale campane farcite con polpette, ricotta, uova... o i vincisgrassi marchigiani con maiale, manzo e rigaglie di pollo o le sfoglie senza uova delle regioni del sud.
Apicio (I sec. d.C.) cita le lasagne nel suo "De re Coquinaria" o meglio parla di strisce sottili intervallate da carne nobile come piatto preferito da Cicerone.
Ma torniamo alle nostre lasagne in chiave light!
Come ho alleggerito le mie lasagne? Diciamo che ho usato le verdure che ci offre la primavera, cioè zucchine e piselli, ho tolto il ragù, ma ho mantenuto la besciamella che ho colorato con la curcuma e ho dato vita ad una teglia di lasagne con zucchine, piselli e besciamella alla curcuma che è stata terminata in men che non si dica, infatti risultano molto morbide, delicate e leggere.
Andiamo quindi a vedere cosa occorre per portare in tavola le lasagne con zucchine, piselli e besciamella alla curcuma.

lunedì 8 aprile 2019

Nidi di patate con i piselli

Buongiorno! Inizia la settimana e ritorna l'appuntamento con Light and Tasty che oggi ci porta in tavola i piselli!
A me piacciono tantissimo, tanto è vero che mentre li sgrano li mangio crudi 😋 e quelli che, distrattamente, mi cadono, vanno direttamente nelle fauci della pelosetta! 😊
I piselli sono meno ricchi di amido rispetto ad altri legumi, quindi risultano più digeribili e possono essere consumati anche da chi, soffrendo di colite o meteorismo, fa fatica a mangiare fagioli e ceci.
I piselli freschi contengono ferro, fosforo, calcio, potassio e vitamine, hanno pochi grassi e poche calorie, per cui sono adatti alle diete ipocaloriche e ipolipidiche.
I piselli, inoltre, contengono fitoestrogeni, sostanze simili agli estrogeni femminili, per questo motivo possono essere validi alleati contro i sintomi della menopausa.
Se state cercando delle idee per il pranzo di Pasqua, tenete presente questi nidi di patate con i piselli, molto semplici da realizzare. 
Ero partita con l'intenzione di fare dei nidi utilizzando un purè di patate sodo, poi sono passata ad utilizzare le fette di patate cotte in forno da servire direttamente nello stampo e più facile da tenere in caldo.
Se cercate altre idee per portare in tavola i piselli, guardate qua sicuramente troverete qualcosa di adatto alle vostre esigenze.

lunedì 1 aprile 2019

Involtini di porro con prugne, primosale di capra e salsa di yogurt e senape

Buongiorno e buon primo aprile! Light and Tasty inizia il mese con i porri!
Vi piacciono i porri?
Il porro appartiene alla stessa famiglia di cipolle e aglio, ma ha un aroma più delicato
Ricco di acqua, potassio e magnesio, è poco calorico, è utile contro i gonfiori addominali e aiuta il processo digestivo.
Con il porro avevo già preparato dei tortelli di farro con porri e nocciole ed oggi ho preparato degli involtini di porro con prugne farcite con primosale di capra e serviti con una salsina di yogurt aromatizzata con la senape e decorata con semi di sesamo.
Potete servire gli involtini di porro con prugne e primosale di capra come antipasto oppure in un brunch o durante un aperitivo o durante una cena in piedi.
Vi assicuro che tuffare l'involtino di porro nella salsa di yogurt e senape è molto piacevole tanto è vero che, secondo me, può creare dipendenza😉
Non dite che non vi ho avvertiti!
Vediamo come preparare gli involtini di porro con prugne, primosale di capra e salsa di yogurt e senape.

mercoledì 27 marzo 2019

Buon Compleanno Club del 27: la mia torta di banana e cioccolato

Oggi è il compleanno del Club del 27, esattamente 2 anni fa nasceva questo gruppo che ogni 27 del mese si diverte a tradurre, rifare, sperimentare ricette sia di altre nazioni che quelle delle precedenti sfide dell'mtc.
Ricordo quando sono stata invitata dalla mia amica Elena  ad entrare a far parte di questo gruppo e, un pò timorosa, perchè essere assieme a tante blogger bravissime mi metteva soggezione, ho tradotto e realizzato le mince pies.
Devo dire che per una che non sa parlare inglese è, oltre che una scuola di cucina, anche un modo divertente per imparare la lingua  😊
Per cui devo dire grazie a tutto il team che sta dietro alle quinte e che lavora per proporci ogni mese ricette diverse.
Per questa uscita così speciale non abbiamo un file da cui scegliere, bensì due anni di ricette da cui attingere e prepararne una che o non abbiamo potute fare o abbiamo rimandato la realizzazione.
Ebbene, io cosa ho scelto? Un dolce, naturalmente! Può esserci un compleanno senza la torta? Certo che no!
Non aspettatevi niente di elaborato, perchè, come è mia abitudine, non è l'aspetto che conta, ma la sostanza, il profumo che invade la cucina, che abbraccia affettuosamente chi entra in casa, che crea allegria e la voglia di assaggiare tutti assieme 😊
La mia torta per il compleanno del Club del 27 è la torta di banana e cioccolato, ovvero la banana-chocolate chip wacky cake, tratta dall'uscita del 27 febbraio 2018 in cui abbiamo tradotto dal libro Wonder Pot, piatti cotti in una sola pentola.
La torta di banana e cioccolato mi era rimasta da provare: di una semplicità estrema, tutti gli ingredienti nello stampo, una mescolata e via in forno. Cosa volere di più?
La si serve direttamente dalla teglia con una pallina di gelato o del cioccolato fuso, ma io mi sono spinta ad accostarla alla panna montata, una vera bontà!
Quindi passiamo a vedere cosa occorre per portare in tavola la banana-chocolate chip wacky cake, ricordandovi di passare a vedere cosa hanno preparato le/gli altri per festeggiare il mitico Club del 27 e cantare tutti assieme  "Tanti auguri Club del 27"!

Banana-chocolate chip wacky cake

lunedì 25 marzo 2019

Gnocchi di semola al profumo d'arancia con pesto di zucchine e pistacchi

Buongiorno! Ultimo appuntamento del mese di marzo con Light and Tasty!
Pasqua si avvicina a grandi passi, le giornate si allungano e si ha voglia di piatti leggeri e colorati, per questo motivo oggi vi portiamo in tavola qualche idea per portare in tavola gli gnocchi.
Gli gnocchi sono un tipico piatto della cucina italiana e in genere li si identifica con quelli di patate, ma esistono anche altri modi per portare in tavola gli gnocchi, tra tutti quelli con la semola o con le castagne o con il pane....
Se vengono preparati in casa, gli gnocchi hanno un modesto contenuto di calorie, inferiore a riso e pasta, sono i condimenti che alzano l'asticella.
Che gnocchi vi propongo? Degli gnocchi di semola al profumo d'arancia con pesto di zucchine e pistacchi, leggeri, molto profumati, colorati e tanto primaverili, ideali per la tavola di Pasqua!
Gli gnocchi di semola sono senza uova, preparati solo con semola rimacinata e aromatizzati con la buccia di un'arancia bio, mentre il pesto di zucchine e pistacchi è reso cremoso dalla presenza della ricotta (per me senza lattosio).
Gli gnocchi di semola al profumo d'arancia con pesto di zucchine e pistacchi hanno la stessa consistenza dei classici gnocchi di patate, sono veloci da preparare e ancora di più da terminare 😃

martedì 19 marzo 2019

Ciambella con le nocciole

Buona Festa del papà!
E io festeggio il papà di casa con la ciambella con le nocciole! 
A mio marito piace tanto la ciambella a colazione, la mangia assieme ad una tazza di latte.
In genere la preparo nella maniera classica con lo zucchero sopra, a volte invece farcisco la ciambella con la marmellata per renderla più golosa.
Per tradizione a Piacenza la ciambella si chiama Buslan e lo si mangia intinto in un buon bicchiere di Malvasia....
Ho deciso di festeggiare il papà di mio figlio regalandogli questa ciambella con le nocciole 😊
Nei giorni scorsi, infatti, facendo un pò di ordine nell'armadietto della cucina, mi sono venute in mano delle nocciole tostate, buonissime! Le avevo comperate all'Artigiano in Fiera a dicembre da un produttore piemontese e così ho pensato di preparare la mia ciambella e renderla più interessante con le nocciole.
Bè diciamo che non ho messo solo le nocciole, ma anche la Nocciolata 😋 ed ho ottenuto una ciambella con le nocciole altamente pericolosa..... 


lunedì 18 marzo 2019

Risotto con topinambur e nocciole al profumo di limone

Eccoci al nostro nuovo appuntamento con Light and Tasty e i topinambur!
Vi piacciono i topinambur? A me tanto, li ho scoperti da poco ma, nella loro stagione, non mancano mai nel mio frigorifero.
Il topinambur, o carciofo di Gerusalemme, ha un aspetto bitorzoluto ed è bruttino....poverino!... da vedere, è un alimento ipocalorico essendo costituito dall'80% di acqua, è particolarmente ricco di vitamina A e H che resiste anche alla cottura.
Il topinambur è adatto all'alimentazione di obesi e diabetici, alle mamme che allattano e agli anziani e bambini convalescenti.
E' possibile consumarlo sia crudo, dopo averlo spazzolato accuratamente, che cotto e se prima era il pasto dei poveri, ora sono nati tanti piatti sfiziosi a base di topinambur.
Ma vediamo la mia proposta per questa giornata: risotto con topinambur e nocciole al profumo di limone.
Un risotto con il topinambur a pezzetti, la croccantezza delle nocciole del Piemonte e il profumo dei limoni di Sicilia, un risotto cremoso, molto profumato e delicato che incontrerà il gusto di molti.
Passiamo in cucina e prepariamo assieme il risotto con topinambur e nocciole al profumo di limone.

lunedì 11 marzo 2019

Farinata di ceci con i pinoli

Light and Tasty di questo lunedì ci porta in tavola i ceci.
I ceci sono ricchi di proteine e vitamine, ma anche di fibre che aiutano la regolarizzazione intestinale, nello stesso tempo, però, contengono cellulosa che può dar fastidio a chi soffre di colon irritabile.
I ceci contengono minerali quali il ferro e il potassio, che fanno sì che portino benefici a chi soffre di anemia o ipertensione, e l'acido folico, molto importante per le donne in attesa o in allattamento.
I ceci sono l'ingrediente principe dell'hummus e dei falafel, ma personalmente mi piacciono molto sia nella pasta che conditi con un filo di olio extravergine.
Per la ricetta di oggi ho pensato alla farinata di ceci arricchita con dei pinoli e che può essere un ottimo spuntino da portare con sè nelle prime gite primaverili.
La farinata di ceci è un piatto tipico della Liguria, molto apprezzato e amato tra i cibi di strada, il noto street food.
Le origini della farinata, come spesso accade, si confondono tra storia e leggenda: si narra che gli antichi Romani, durante l’occupazione di Genova, cuocessero acqua e farina di ceci, meno costosa di quella di grano, sugli scudi al sole.
Una delle prime testimonianze scritte, risale al 1477 quando, a Genova, un Decreto Legge disciplinò la ricetta della scripilita, antico nome della farinata, in cui veniva tassativamente vietato l’utilizzo di olio scadente, perchè solo un olio di ottima qualità è essenziale per un buon risultato.
La farinata è presente in molte regioni d'Italia prendendo nomi diversi come cecina in Toscana, fainè in Sardegna, panelle in Sicilia o belécauda in Piemonte.
Ma ora veniamo alla mia farinata di ceci con i pinoli e vediamo i pochi ingredienti che sono necessari alla preparazione.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...