venerdì 3 febbraio 2012

Farina......del mio sacco!


Quando pensiamo alla farina, di solito ci viene in mente la classica farina di grano tenero 00 che usiamo per i dolci o la pasta fresca, oppure quella 0 che usiamo per impastare pizze, focacce e pani fragranti.
Sapete invece quanti tipi di farina ci sono in circolazione? Tantissimi…. di kamut, di mais, di riso, in alternativa alle classiche e ideali per chi ha problemi di intolleranza o semplicemente per chi vuol osare una ricetta diversa e originale.

La nostra dieta mediterranea prevede, infatti, oltre che alle verdure e alla frutta, i cereali, che sono assolutamente indispensabili perché contengono fibre, vitamine, sali minerali e ci danno un’energia a rilascio graduale grazie all’alto contenuto di amido.
(Immagine presa dal web)
Ecco di seguito, un elenco delle farine più conosciute:


FARINA DI GRANO TENERO

È la più conosciuta e utilizzata nelle nostre cucine. Deriva dalla macinazione del grano tenero, per l’appunto. Esistono vari tipi, la 00, ideale per preparazioni come dolci, altri prodotti da forno, come legante per la besciamella, come base per la pasta fresca e all’uovo. La farina di grano tenero contiene crusca e, progressivamente, in base al maggior contenuto di crusca, distinguiamo altri tipi di farina, come la 0 ideale per il pane e la pizza. Quando la quantità di crusca contenuta nella farina è elevata, ci troviamo di fronte alla farina integrale, che presenta tutto il germe di grano completo. È utilizzata per preparare pane, prodotti da forno etc.. 

FARINA DI GRANO DURO

Deriva dal grano duro e si ricava dopo la macinazione e l’abburattamento (raffinazione), ossia un processo di setacciamento della farina. È utilizzata principalmente per la preparazione del pane e della pasta. 

SEMOLA DI GRANO DURO

È uno sfarinato derivante dal grano duro. Ha un colore giallo ambrato e viene utilizzata soprattutto per la pasta fresca e il pane. Quando viene rimacinata si ottiene, per l’appunto, la semola rimacinata di grano duro, utilizzata principalmente per la panificazione. 

FARINA DI KAMUT

È una farina particolare derivante dalla lavorazione del grano rosso, il frumento orientale detto anche Khorasan, che è un grano gigante di origini antichissime. Viene impiegata per la preparazione di prodotti tradizionali come la pasta, in sostituzione della farina di grano duro. Il chicco di kamut, viene usato anche per la preparazione di minestroni e zuppe. 
E’ ricco di selenio, vitamina A, C, E.

MANITOBA
È una farina speciale, detta farina americana e definita anche farina forte per la sua alta percentuale di proteine e per l’elevata capacità di assorbimento dell’acqua. Viene utilizzata per la preparazione di prodotti che necessitano di una lunga lievitazione, come la baguette o alcuni tipi di pane. Inoltre, viene usata per preparazione di dolci come pandori, colombe, bignè, babà. 

FARINA DI MAIS

È una farina ottenuta dalla lavorazione del granoturco. È usata principalmente da chi non può assumere glutine perchè non ne contiene ed è indicata per la preparazione di varie pietanze come il pane ma anche (e soprattutto) per la polenta. Dal granoturco si ricava l’amido di mais, detto maizena che, come la fecola di patate, viene utilizzato come addensante per le salse o anche per rendere più soffici gli impasti per dolci. 

FARINA DI GRANO SARACENO

È di colore grigio, ha un gusto amarognolo e il suo sapore ricorda quello delle noci, viene utilizzata per varie preparazioni. Con essa si preparano in genere i pizzoccheri, un formato di pasta originario della Valtellina. 
Anche se lo chiamiamo grano, non appartiene alle graminacee, quindi è privo di glutine e perfetto per l’alimentazione dei celiaci e intolleranti al frumento. Contiene otto tipi di amminoacidi, fibre, magnesio e manganese

FARINA DI RISO

La farina di riso è un prodotto privo delle proteine del glutine pertanto il suo impiego trova particolare importanza nella preparazione di alimenti destinati a soggetti celiaci.
Il riso (e di conseguenza anche la sua farina) possiede delle proprietà nutritive importantissime per l’uomo; contiene gli amminoacidi essenziali, le vitamine del gruppo B, le vitamine PP, K ed E, sali minerali come Potassio, Calcio e Fosforo. E’ anche altamente digeribile e disintossicante.
La farina di riso comunque è un ingrediente che può essere utilizzato per produrre diversi tipi di alimento: dalle minestre agli gnocchi, dalla pasta fresca ai dolci. Sarebbe anche possibile ottenere il pane utilizzando esclusivamente la farina di riso ma non sarà possibile ottenerne la lievitatura.

10 commenti:

Giovanna ha detto...

complimenti molto interessante non conoscevo tutte queste farine grazie

Bea ha detto...

Grazie a te per aver letto questo articoletto!!

elly ha detto...

Gironzolando nei vostri blog mi sto incuriosendo a tutte queste varietà di farina... e ogni tanto comincio a provarle. Farò tesoro dei vostri consigli!

Belinda ha detto...

Quante informazioni interessanti! Grazie Bea.

coccianna ha detto...

Ciao Bea, io ho della farina integrale di segale, ho provato a fare il pane ma non mi è piaciuto tanto, hai un suggerimento su come potrei usarla? grazie Anna

Bea ha detto...

Grazie ad Elly e Belinda, mi fa piacere di avervi dato qualche notizia in più e incuriosito a provare nuovi tipi di farine! ;D
Cara Anna, con la tua farina, oltre al pane classico, puoi fare dei biscotti o un pane particolare...ma se vuoi saperne di più, dato che sei una nostra affezionata lettrice e ci hai inviato tutte le ricette che hai provato, ti posso inviare qualche idea per mail....

Bacioni a tutte!

coccianna ha detto...

Grazie Bea, se non ti crea troppo disturbo puoi inviarmi tutte le idee che vuoi!!! Grazie mille, ti farò sapere cosa viene fuori, ciao Anna

Bea ha detto...

Cara Anna, ti ho inviato alcune ricette....fammi sapere! Bacioni!

Barbapapà, Luna e Blade :-) ha detto...

Ciao grazie per tutte queste informazioni preziose, sono utilissime:-) ciao da Luna^-^ Ps:oggi qui a Roma c'è un bel pò di neve^-^:-)

Bea ha detto...

Ciao Luna, figurati, per così poco! Ho visto che a Roma siete bloccati....anche la Maremma è sotto ad una copertina bianca e gelida! Il problema è che hanno previsto altre nevicate.... :(

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...