martedì 27 febbraio 2018

Il mio pear cheese tumble per il club del 27

Benvenuti ad un nuovo appuntamento con il Club del 27.
Oggi pubblichiamo con una grande tristezza nel cuore. Sabato notte se ne è andata in silenzio, quasi in punta di piedi, Barbara Pivetta.
Non la conoscevo molto, se non come compagna d'avventura in questo grande gruppo: attenta, positiva, allegra, entusiasta.
Ed oggi ci stringiamo alla sua famiglia, ricordandola nei nostri post e dedicando a lei questa uscita.
Ciao Barbara 💓


Anche stavolta ci siamo messe a tradurre dall'inglese (credo che dovrò iscrivermi ad un corso di lingua 😊) e abbiamo anche trasformato le tazze (cups) e i cucchiaini (teaspoon e tablespoon) in grammi e millilitri!
Che gruppo formidabile: cuciniamo, traduciamo, facciamo equivalenze, ridiamo, ci aiutiamo.....se non ci fosse il Club del 27, bisognerebbe inventarlo!
L'argomento di questo mese sono le lunghe cotture.
Wonder Pot, ovvero la pentola delle meraviglie, ci mostra quanto sia facile cucinare con un solo oggetto che sia una pentola a pressione, di ghisa, una casseruola, una slow cooker.... attraverso 36 ricette, che spaziano per tutto il mondo. Il marchio  Better Homes and Gardens è una delle fonti più affidabili in America per le informazioni riguardo alla cucina, al giardinaggio, al design per la casa ecc. e comprende libri, riviste e media digitali.
Qua troverete tutte le ricette che ci hanno viste impegnate questo mese. Non perdetele, potreste pentirvene amaramente 😉
Questa volta ho avuto delle difficoltà a scegliere la ricetta in cui cimentarmi, perchè ce ne erano di succulente, di interessanti, che ti fanno dire "Ohhhhh!" poi la granola mi ha convinto. 
Cosa c'entra la granola? Bè io sono una fan sfegatata di quella preparata in casa per cui le pere con il mascarpone cosparse di granola e messe al forno...potevo girare la pagina? E no, non potevo, per cui vediamo come ho preparato il mio pear-cheese tumble (pera e formaggio al forno).
Due ricette in un solo post, ma era necessario per la corretta esecuzione del piatto.
Vi lascio le misure in cups e tra parentesi metterò a quanto corrispondono in grammi, anche se in rete si trovano parecchi siti che vi indicano come fare le trasformazioni e in vendita ci sono cucchiai e tazze per misurare senza incappare in terrificanti calcoli matematici.
Per la granola alla vaniglia mi sono ispirata alla ricetta di Martha Stewart, vi avverto che crea dipendenza 😋

Al contadino non far sapere quanto è buono il formaggio con le pere!


lunedì 26 febbraio 2018

Petto di pollo al latte di cocco e zenzero

Brrrr che freddo! Ma la primavera quando arriva?
Consoliamoci con il nostro appuntamento settimanale con Light and Tasty che oggi ci porta nel pollaio 😄 e sì perchè vi proporremo tanti piatti con il "pollame" ovvero le carni avicole. 
Prima di tutto scopriamo quali sono le carni avicole...
Anatra: può essere selvatica o da allevamento e, in base alla provenienza, variano le caratteristiche nutrizionali, infatti l’anatra da allevamento ha una carne più grassa e più tenera, mentre quella selvatica ha un maggior contenuto di tessuto connettivo, che la rende meno tenera. 
Cappone: è il pollo castrato e macellato all’età di 6-7 mesi, ha carni bianche dal sapore delicato e ricche di grassi.
Faraona: detta anche gallina faraona, ha carni rosse che sono più tenere se l’animale è giovane.
Gallina: è la femmina del pollo, ha carni bianche, saporite e caratterizzate da un elevato contenuto di grassi.
Oca: volatile da cui si ottiene una carne piuttosto grassa, dal sapore delicato e che diventa meno digeribile con l’aumentare dell’età dell’animale.
Pollo: ha carne molto tenera, a ridotto contenuto di grassi e tessuto connettivo, il che la rende ben digeribile.
Tacchino: ha carni tenere e facilmente digeribili, caratterizzate da un buon contenuto proteico e modesto apporto lipidico.
Le carni avicole rappresentano un'ottima alternativa alle carni bovine, contengono infatti pochi grassi e una cospicua quantità di proteine e sono generalmente più economiche.
Grazie all’elevato grado di digeribilità e masticabilità, queste carni sono importanti per gli anziani, mentre il notevole apporto proteico unito alla leggerezza fanno sì che siano un alimento adatto anche agli sportivi che possono consumarla sia prima dello sforzo fisico (almeno 2-3 ore), per garantire la disponibilità dei nutrienti durante l'attività fisica, sia successivamente per contribuire a “ricostituire” la massa muscolare.
Oggi ognuna di noi ha scelto un volatile da cortile e ha realizzato una ricetta.
Io ho scelto il petto di pollo (e ti pareva 😉) e l'ho cucinato con latte di cocco e zenzero, dal gusto un pò asiatico che mi è piaciuto moltissimo. 
Il petto di pollo al latte di cocco e zenzero abbinato al riso basmati diventa un piatto unico.

        

giovedì 22 febbraio 2018

Biscotti con nocciole e Nocciolata

Voglia di biscotti improvvisa? A me capita spesso! E quando arriva la voglia devo tirar fuori la farina dal mobile e impastare.
Questi biscotti con nocciole e Nocciolata sono nati oggi pomeriggio: avevo voglia di biscotti, ma pochissimo tempo per farli, infatti non sono belli da vedere, sono "rozzi", molto rustici, ma vi assicuro che il gusto ripaga l'aspetto poco invitante.
Li ho resi golosi mettendo all'interno dell'impasto  qualche cucchiaio di Nocciolata e li ho arricchiti (nel caso ce ne fosse stato bisogno 😉) di nocciole tostate.
Vi lascio quindi questi biscotti con nocciole e Nocciolata che possono venire utili alle mamme o alle nonne quando si trovano dei bimbi a merenda senza troppo preavviso...e capita... e poco tempo per impastare! 
Serviteli con uno dei Tantifrutti di Rigoni di Asiago, solo frutta, succo e zucchero di mela e avrete una merenda completa.
Il profumo che sprigionano in cottura è straordinario, ricordatevi però di farli raffreddare 😄
Impastiamo insieme i biscotti con nocciole e Nocciolata!

lunedì 19 febbraio 2018

Torta salata con barbabietola e caprino

Inizia la settimana ed arriviamo noi di Light and Tasty, puntuali e belle cariche (vi aspettano dei lunedì a dir poco scoppiettanti....anche noi siamo scoppiettanti 😄) e questa settimana portiamo nelle nostre e vostre cucine un cesto di rape, barbabietole, cime di rapa.....
La mia scelta è caduta sulla barbabietola rossa.
La barbabietola rossa è ricca di acqua, povera di calorie che la rendono adatta in caso di dieta ipocalorica, contiene proteine, fibra alimentare, diverse vitamine, in particolare del gruppo B e una buona quota di sali minerali, soprattutto potassio, sodio, calcio, ferro e fosforo, ma è anche ricca di zuccheri e, per questo motivo, non è un alimento particolarmente adatto a chi soffre di diabete.
La barbabietola rossa ha proprietà rimineralizzanti e rinfrescanti, il suo consumo è quindi consigliato alle persone indebolite o convalescenti.
Il caratteristico colore rosso della barbabietola è dato dalla presenza di un colorante naturale molto intenso, utilizzato soprattutto nell’industria alimentare (E 162).
Non sono un'amante di rape, cime di rapa ecc, anche se ogni tanto porto in tavola le barbabietole che quest'oggi sono le protagoniste della mia torta salata versione monoporzione.
Ho smorzato la dolcezza della barbabietola rossa con del caprino e dei capperi per una torta salata che può essere servita anche il giorno seguente senza che perda nel sapore.

giovedì 15 febbraio 2018

Biscotti gialetti

Sulla scia delle farine alternative di Light and tasty eccomi con dei biscottini per la colazione con farina di mais e farina di farro: i gialetti o zalett, antica ricetta romagnola. I gialetti hanno, come parenti stretti, gli zaleti veneti che tra gli ingredienti hanno metà farina di mais e metà bianca.
Il nome deriva dal caratteristico colore giallo-dorato che questi biscotti assumono dopo la cottura e, grazie alla farina di granoturco presente nell’impasto, può essere tradotto letteralmente con “gialletti”.
Vanno bene sia a colazione che accompagnati da un buon bicchiere di vino dolce.
La ricetta è tratta da "Le ricette regionali italiane" di Anna Gosetti della Salda un libro prezioso che ho da tantissimi anni e che consulto spesso.
Avevo già pubblicato una versione vegana di biscotti al mais, che mi erano piaciuti molto, ma mi mancavano i classici biscotti al mais e uvetta.

lunedì 12 febbraio 2018

Cuori di grano saraceno con pomodorini gialli e rossi

Ben trovati! Questa settimana si festeggia sia Carnevale che San Valentino.
Personalmente non festeggio Carnevale, non avendo bambini che girano per casa non ho nemmeno coriandoli o stelle filanti e San Valentino....diciamo che penso debba essere tutti i giorni dell'anno, ma è una mia opinione 😊
Ma oggi è la giornata di Light and Tasty che oggi si occupa di farine alternative alla farina di grano.
Generalmente in cucina la farina di grano è la più usata, ma esiste un mondo di farine: con glutine e senza, di legumi, di frutta secca, di non cereali come la quinoa, integrale.....Forse non le conosciamo nemmeno tutte.
La farina è ingrediente indispensabile in panetteria, pasticceria e pizzeria, ma è necessaria anche quotidianamente nelle nostre cucine, per esempio per le scaloppine, per fritture...
Il mercato, come dicevo prima, offre nuovi prodotti a base di farina diversi dal frumento, ecco che abbiamo quelle completamente prive di glutine, una sostanza proteica contenuta nel frumento che può creare problemi alle persone intolleranti (celiaci) o semplicemente sensibili, il cui numero nella popolazione è purtroppo in continua crescita.
I cereali più conosciuti e diffusi privi di glutine sono il riso o il mais, ma a questi vengono spesso miscelati, nella produzione di farine e prodotti gluten free: il grano saraceno, l’amaranto, la quinoa, la chia .....
A me piace tanto la farina di mais non solo per la classica polenta, ma la utilizzo anche nei dolci e, miscelata alla farina di grano, anche nelle torte salate o per impanare.
Oggi ho preparato una pasta fresca senza glutine utilizzando la farina di grano saraceno e la farina di riso e, con un tagliabiscotti a forma di cuore (vuoi non preparare un cuore per San Valentino? 😄) ne ho fatti dei romantici cuoricini, che richiamano il sapore dei pizzoccheri, ma che ho condito con un sughetto di pomodori di due colori.
Vediamo come si preparano i cuori di grano saraceno dal sapore un pò rustico, ma colorati dai pomodorini gialli e rossi che rendono il piatto allegro e vivace.

        

lunedì 5 febbraio 2018

Penne al mais con carciofi, zucca e ricotta

Buongiorno e buona settimana! Oggi Light and Tasty vi presenterà i carciofi.
In casa mia i carciofi non mancano mai, infatti  io e mio marito ne mangiamo tanti sia nella pasta che nelle torte salate piuttosto che in semplici contorni (qua tante ricette con i carciofi).

I carciofi hanno pochissime calorie e molte fibre, oltre ad una buona quantità di minerali soprattutto ferro, contengono cinarina che protegge il fegato, inoltre sono diuretici e digestivi, abbassano il colesterolo cattivo, controllano la pressione e sono utili ai diabetici.
Oggi ho preparato un primo piatto che ha i nostri amici carciofi insieme alla zucca che ho tagliato in pezzetti molto piccoli quasi fossero coriandoli. 

La pasta che ho usato è al mais, quindi senza glutine, mentre la ricotta è senza lattosio, per cui queste penne possono essere servite sia ai celiaci che agli intolleranti al lattosio.
Ma vediamo come preparare le penne al mais con carciofi, zucca e ricotta...


giovedì 1 febbraio 2018

Torta al mandarino

Buongiorno! Arrivo in tempo per la colazione? Io porto la torta, una torta soffice, di un bel colore arancio, che profuma di agrumi, peccato non averla preparata durante le feste di Natale.
Avevo già proposto questa torta nella versione semplice  ed aveva avuto un grande successo durante le nostre colazioni, così l'ho ripresa, l'ho vestita a festa 😊 arricchendola di marmellata e frutta, sia fresca che candita, rendendola così una torta elegante che può essere servita anche alla fine di un pranzo o ad una merenda con le amiche accompagnata da una tazza di tè fumante.
Mio marito ha gradito molto e, fettina dopo fettina con la scusa di raddrizzare il taglio 😉, ha terminato la torta al mandarino in un battibaleno. 
Semplice e veloce nell'esecuzione, ci vuole più tempo a scrivere gli ingredienti che a metterla nel forno 😃 per cui passo subito a prendere le fruste per preparare con voi la torta al mandarino.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...