lunedì 30 maggio 2016

Frittata senza uova con curcuma e piselli

Buongiorno! Tutto bene? Ora di pranzo ed ecco che arriviamo noi di Light and Tasty con la frittata!
In quanti modi la si cuoce? Non saprei nemmeno elencare tutte le frittate che si possono portare in tavola...e nel panino? Mi ricordo che la mia mamma preparava, a me a mia sorella, i panini con la frittata quando facevamo le passeggiate in montagna.
Non so perchè ma era buonissima ^_^
So che vi chiederete che razza di frittata ho preparato, senza utilizzare le uova.
Ebbene, tempo fa avevo visto, in televisione, Marco Bianchi (divulgatore scientifico per la Fondazione Umberto Veronesi, promuove i fattori protettivi della dieta e le regole della buona alimentazione attraverso consigli gastronomici che aiutano a restare in salute con gusto e a prevenire le patologie più comuni), mentre preparava una frittata senza uova con gli spinaci.
Al posto delle uova utilizzava la farina di ceci, ed ecco che mi è scattata la molla della curiosità e mi sono messa in testa di provarla. 
Decisione saggia: è buonissima, un incrocio fra la classica farinata e una frittata. La presenza della curcuma rende la preparazione di un colore simile alla frittata di uova.
Ho aggiunto i piselli che in questo periodo sono ottimi e molto teneri.

giovedì 26 maggio 2016

Crostatina con Nocciolata, ricotta e amaretti

Maggio mese delle rose, dei matrimoni, Cresimi e Comunioni, ma si avvicina anche la fine della scuola per cui festicciole per salutare i compagni di scuola ed ecco che si devono preparare dolcetti, panini, pizzette...
Ricordo che quando mio figlio era alla scuola elementare, festeggiavamo la fine dell'anno scolastico al parco giochi. Mentre i bambini giocavano al pallone o correvano nel prato, noi mamme preparavamo le merende apparecchiando i tavoli di legno che erano all'interno del parco e intanto ci facevamo tante belle chiacchierate :)
Io trovavo comodo le monoporzioni, già pronte, non c'era bisogno di "porzionare" portandosi anche il coltello...
Presa dalla nostalgia di quei bei pomeriggi, ho preparato delle crostatine molto golose, con la crema di nocciole che adoro e vi la lascio la ricetta con piacere, provatela per la merenda....secondo me i vostri bambini vorranno fare il bis!

lunedì 23 maggio 2016

Petto di pollo con fave e olive

Questo lunedì a Light and Tasty parliamo di fave. 
Le fave sono dei legumi di colore verde chiaro, reperibili fresche in primavera e secche lungo tutto il corso dell'anno. 
Le fave sono ricche di proteine e fibre vegetali che sembra aiutino ad abbassare il colesterolo, sono povere di gassi, contengono una buona quantità di ferro, vitamina B1 necessaria per il corretto funzionamento del sistema nervoso e vitamina A utile alla pelle.
Le fave fresche forniscono 71 calorie ogni 100 grammi, mentre quelle secche ne forniscono 305.
I numerosi benefici delle fave, però, non valgono per chi soffre di favismo. 
Il favismo è una patologia in cui è presente un difetto congenito in un enzima normalmente contenuto nei globuli rossi. La malattia compare dopo 12-48 ore dall'assunzione di fave fresche.
La mia proposta è questo petto di pollo (che voi potete sostituire con tacchino o vitello) con le fave dal sapore molto fresco per la presenza della scorza di limone e zenzero, ideale anche per le prime giornate assolate (se arriveranno....).

venerdì 20 maggio 2016

Biscotti per cani con mela

Vi starete chiedendo se sono impazzita :) No no tranquilli, non voglio farvi mangiare dei biscotti per cani, anche se non sono poi così male....
Ma procediamo con ordine!
Il 14 e 15 maggio si è svolta una due giorni, "Di che pasta sei?" sulla pasta madre e le farine in genere a La Faggiola   a Gariga di Podenzano provincia di Piacenza.
In questi giorni siamo andati alla scoperta di come semplici ingredienti come acqua, farina e lievito possano far nascere magie in cucina. Inoltre, in occasione del Pasta Madre Day 2016, abbiamo imparato a riconoscere i diversi tipi di cereali e di farine, abbiamo scoperto l’arte di impastare e il profumo del pane fatto con lievito madre, abbiamo infornato biscotti, assaggiato pasta fresca rispettando il ritmo naturale della Terra.

Si sono avvicendati diversi ospiti (non nomino tutti per non scordarmi qualcuno) tra i quali pasticceri, chef, il Prof. Fornari che ha parlato di celiachia, rappresentanti di Cookaround, Giulia Robert e Giulietta Bodrito di MTChallenge, che hanno presentato il libro "Torte salate", Tiziana Bontempi che ha "spacciato" lievito liquido e solido e consigli per panificare con una pazienza incredibile...e poi c'eravamo noi, le Food Blogger Piacentine.
Dopo Expo, che ci ha viste, tra luglio e settembre dello scorso anno, ad animare Piazzetta Piacenza, ci siamo riunite per festeggiare la giornata nazionale dei pisarei e fasò (qui la mia ricetta e qui l'articolo di Elena con tutti i nostri link) e da lì è stato tutto un susseguirsi di incontri, partecipazioni (la raccolta degli asparagi e l'adesione alla giornata degli asparagi, la partecipazione a "Fuori sacco" fino ad arrivare a "di che pasta sei?").
Sabato 14 alle ore 18 è stato il mio turno ad avere le mani in pasta e, proprio in questa occasione, ho preparato dei biscottini per i nostri amici a quattro zampe per uno showcooking.
Da quando ho la mia Dorothy ho imparato tante cose sui cani, cosa possono e cosa non possono mangiare, ho imparato a leggere anche le etichette della sua pappa e ho iniziato a preparare in casa dei biscottini per premiarla quando fa la brava ^_^
Nonostante sia mia abitudine recarmi per acquisti e altro in un negozio per animali con personale qualificato, mi piace pasticciare anche per lei
O mamma quanto ho parlato...vi lascio la ricetta subito subito!!!!



giovedì 19 maggio 2016

Insalata con fragole e caprino

Il Calendario del cibo italiano  indetto da AIFB (Associazione Italiana Foodblogger) oggi festeggia la giornata delle fragole e l'Ambasciatrice è Stefania Pigoni.
Quando ho pensato di lasciare il mio contributo a questa giornata ho controllato le mie ricette in archivio ed ho scoperto che ho tanti dolci con le fragole. Certo è il modo migliore per apprezzarle e gustarle, ma a volte la frutta la si apprezza anche nel salato.
Andando incontro alla bella stagione, le insalate saranno sempre più gradite perchè veloci da preparare, fresche e nutrienti se con i giusti ingredienti.
La fragola ha colore rosso intenso così come il suo profumo e un sapore dolce.
Quando si acquistano le fragole, occorre controllare innanzitutto che siano piuttosto dure, che il picciolo sia ben attaccato e che il colore rosso risulti uniforme e non troppo scuro: in quel caso la fragola è eccessivamente matura e va consumata al massimo entro 48 ore. Diffidare invece di quelle che presentano parti bianche o verdi, segno evidente che il frutto è ancora acerbo. Se si acquistano in vaschetta, fare attenzione agli esemplari ammaccati o ammuffiti. 
Le fragole sono facilmente deperibili ed è quindi opportuno conservarle in frigorifero, nello scomparto meno freddo, per 2-3 giorni al massimo, possibilmente su vassoi di cartone o lasciarle nel cestino in cui sono state acquistare, in modo che circoli l’aria.
Questi piccoli frutti rossi hanno un alto potere antiossidante, un ricco contenuto di vitamina C e sono consigliati a chi soffre di reumatismi e malattie da raffreddamento, combattono il colesterolo, aiutano a mantenere sotto controllo la pressione e la fluidità del sangue.
E allora portiamo in tavola ogni giorno le fragole sia nel salato che nel dolce, ma anche così al naturale.

martedì 17 maggio 2016

Torta con il miele

Il Calendario del cibo italiano indetto da Aifb dedica questo giornata al miele. Ambasciatrice è Susanna Canetti e qui troverete il suo interessante articolo.
Utilizzato già mille anni prima di Cristo, il miele era considerato il “cibo degli dei”.
Gli antichi popoli ne sfruttavano tutte le numerose proprietà: lo impiegavano con scopo curativo o nella cosmesi (come crema, unito all’argilla, all’acqua e alle foglie di cedro) e ne facevano largo uso in cucina.
La tipica espressione “luna di miele” nasce appunto da una particolare bevanda (formata da miele, lievito e acqua), chiamata "idromele", che nell'antichità veniva fatta bere agli sposi come augurio per propiziare l'arrivo di un figlio maschio.
Il miele è un alimento di elevato valore nutritivo, facilmente assimilabile ed è per questo motivo che viene consigliato nell’alimentazione dello sportivo, nell’alimentazione geriatrica e nella dieta dell’età scolare. Un’altra sua prerogativa è quella di avere un elevato potere dolcificante (superiore a quello del saccarosio) quindi a livello dietetico permette di realizzare un piccolo risparmio calorico, ma non è un alimento completo per la carenza di vitamine e protidi.
Il miele è la sostanza alimentare che le api producono partendo dal nettare dei fiori o dalle secrezioni di parti vive di piante, che esse raccolgono, trasformano, combinano con sostanze proprie e depongono nei loro favi.
Alimento di elevato valore nutritivo, facilmente assimilabile, viene consigliato nell’alimentazione dello sportivo, nell’alimentazione geriatrica e nella dieta dell’età scolare. Un’altra sua prerogativa è quella di avere un elevato potere dolcificante (superiore a quello del saccarosio) quindi a livello dietetico permette di realizzare un piccolo risparmio calorico.Il miele non è un alimento completo per la carenza di vitamine e protidi.
E ora passiamo al mio piccolo contributo per questa giornata dedicata al miele.


lunedì 16 maggio 2016

Granola homemade

Questa settimana Light and Tasty tratta di muesli, cioè l'insieme di cereali, frutta secca, semi che si usa per colazione. E allora cosa è la granola?
La granola è molto simile al muesli con una piccola differenza tra gli ingredienti, perchè ha anche o il miele che fa da "collante" in modo da ottenere dei piccoli agglomerati, o lo sciroppo d'acero e lo zucchero per dolcificarla ed è tostata in forno.
La granola è decisamente più croccante e golosa. Il muesli è più per i cosiddetti crudisti, in quanto il mix di cereali e frutta secca non è nè tostata nè dolcificata.
Sia per il muesli che per la granola ci sono diverse varietà: con frutta secca, frutta disidrata, semi, cereali....
Anche questa ricetta arriva da Carla, vi ricordate che qua vi avevo detto che avreste sentito ancora parlare di lei? Ebbene, durante una delle nostre passeggiate mattutine ai giardinetti, mentre Rocky e Dorothy ( i nostri pelosetti ) fiutano, scorrazzano, si rotolano nell'erba....noi ci scambiamo ricette e consigli :)
Ed ecco che una mattina mi racconta della granola per la colazione che aveva preparato la domenica precedente. Granola che ora lascio a voi (trascritta esattamente dalla ricetta di Carla) perchè merita di essere provata, ma attenzione....non smetterete più di sgranocchiare ;)
Valida alternativa alla scatola di muesli che acquistate normalmente al supermercato, potete prepararla con gli ingredienti che preferite e sapete cosa metterete nella tazza il mattino dopo a colazione. Ottimo inizio di giornata anche per i bambini.



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...