lunedì 6 luglio 2020

Torta con ciliegie mandorle e cacao

Durante i mesi estivi dirado ancora di più le pubblicazioni sul blog.
La voglia di cucinare è poca e comunque si preferisce la vita all'aria aperta, come le passeggiate al parco, ma qualche torta o qualche biscotto, bè a quelli non so proprio rinunciare!
Per preparare questa torta mi sono rifatta alla torta bocconotto ma ho sostituito la confettura di uva con la più estiva alle ciliegie.
Vi assicuro che vale la pena provarla.
La frolla, che non è una frolla in quanto contiene lievito, è soffice e la farcia è appena appena liquorosa, morbida e "sgranocchiosa" per la presenza delle mandorle tritate.
Decorata con le ciliegie fresche o se preferite con panna montata o gelato variegato oppure con ciliegie spadellate con poco zucchero, potete trasformare questa torta con ciliegie mandorle e cacao in un dessert di fine pasto, anche importante. 
Pochi passaggi per avere una torta deliziosa che piacerà anche ai bambini.
Torta con ciliegie mandorle e cacao


martedì 30 giugno 2020

Cous cous con erbe aromatiche pomodorini e feta

E siamo arrivati al nostro ultimo appuntamento prima della pausa estiva.
Quest'anno è arrivata la fine di giugno in un attimo, nemmeno me ne sono accorta. E voi?
Light and Tasty vi saluta con un piatto freddo, quei piatti che si preparano in poco tempo e in anticipo e si servono freschi.
Non so chi di voi andrà al mare o in montagna o ai laghi, ma per il pranzo si tende  a portare nella borsa qualcosa di fresco, conservato in un contenitore a chiusura ermetica per poterlo consumare all'ombra di un ombrellone o di un albero frondoso.
Ecco, proprio per questo, io ho pensato ad un piatto unico che si prepara rapidamente e molto aromatico.
Sul mio balcone ho diverse piantine aromatiche e mi piace sentire il loro profumo quando accarezzo le foglioline del basilico o della salvia, per questo motivo le ho utilizzate nel mio piatto freddo: cous cous con erbe aromatiche pomodorini e feta.
Il cous cous e la feta sono spesso presenti nei miei pasti, specie in estate, il cous cous per la velocità di cottura e la feta perchè mi limita l'aggiunta di sale nelle pietanze.
Vediamo quindi come preparare il mio piatto freddo: cous cous con erbe aromatiche pomodorini e feta.



lunedì 29 giugno 2020

Ghiaccioli al lampone e yogurt per il Club del 27


Con qualche giorno di ritardo eccoci al nostro appuntamento con il Club del 27!
Con il caldo si ha voglia di cibi freschi, ma anche di dolci semplici come i ghiaccioli o  i gelati sempre graditi sia dagli adulti che dai bambini!
Ecco perchè il Club del 27 dedica l'uscita ai ghiaccioli, the popsicles.
Io ho scelto i ghiaccioli al lampone e yogurt, raspberry and yoghourt popsicles, tratti dalla rivista australiana Women's Weekly Food,  semplici e di veloce esecuzione, ancora di più se si acquistano i lamponi già surgelati.
Io avevo dei lamponi deliziosi e li ho surgelati: metà interi e la seconda metà a pezzetti.
Lo yogurt è senza lattosio in modo che anche chi ha intolleranze al lattosio possa gustarsi il suo ghiacciolo.
Ho utilizzato il miele di rododendro, cremoso, dolce e profumato, indicato per dolcificare.
Una volta surgelati i lamponi si frullano con lo yogurt, si dolcificano con il miele ... et voilà! 
Un pò di pazienza per un nuovo passaggio in surgelatore all'interno degli stampi e i ghiaccioli saranno pronti per la vostra merenda e quella dei vostri bambini.
Cliccate →qua← per non perdervi i ghiaccioli preparati dalle amiche e dagli amici del gruppo, li potrete rifare a casa vostra durante tutta l'estate!
Ghiaccioli al lampone e yogurt, raspberry and yoghourt popsicles.
                                                        

          Raspberry and yoghourt popsicles

lunedì 22 giugno 2020

Riso venere con seppie pomodori e piselli

Penultimo appuntamento prima delle vacanze estive e finalmente sembra che l'estate sia arrivata! 
Questa settimana Light and Tasty ci porta in tavola la seppia.
La seppia è un mollusco, povera di colesterolo e ipocalorica per questo motivo è indicata nelle diete ipocaloriche, ma contiene proteine di alto valore biologico che la rendono un alimento energetico.
Non amo molto le seppie, come tutto il pesce del resto, ma ho pensato di tagliarle a strisce in modo che non si vedessero le sembianze della "bestiolina" 😃
Ho così utilizzato le mie striscioline di seppia nel condimento del riso venere, riso che può essere servito caldo appena tolto dal fornello o tiepido.
Riso venere con seppie pomodori e piselli

            

lunedì 15 giugno 2020

Melone grigliato con pesto di rucola e speck

Questa settimana Light and Tasty ci porta in tavola il melone, rinfrescante, diuretico e dissetante, ma anche lassativo.
Il melone è composto principalmente di acqua, ma anche minerali e vitamine, inoltre il betacarotene aiuta l'organismo a produrre melanina tanto da farne un valido alleato dell'abbronzatura, quindi, se passerete le vacanze al mare, ricordatevi di portarlo in tavola spesso.
Uno dei piatti classici dell'estate è prosciutto e melone ma io questa volta l'ho abbinato allo speck e alla rucola. 
La dolcezza del melone, l'amaro della rucola, il retrogusto aromatico della menta e del basilico e l'affumicato dello speck rendono questo piatto un'esplosione di sapori.
Potete servirlo come antipasto, ma anche come un secondo leggero e si sa che, con il caldo estivo, i piatti leggeri sono da preferire.  
Melone grigliato con pesto di rucola e speck


giovedì 11 giugno 2020

Crostata quattro gusti

L'altra sera mi sono accorta che non avevo niente per la colazione del giorno dopo. 
Vi è mai capitato? L'alternativa era mettere in tavola dei biscotti acquistati.
Ho tirato fuori la farina ed ho impastato all'istante una frolla!
Questa è una crostata veloce, non l'ho nemmeno fatta riposare in frigorifero ( e qua si scatenerà un coro di "noooooo"), ho utilizzato confetture diverse (può essere un modo per terminare vasetti aperti), decorato con un volo di farfalline e fotografato alla  velocità della luce!
Una crostata che è stata divisa in quattro parti per avere 4 "gusti" diversi, ad ognuno il suo e a me il centro 😄
Crostata quattro gusti, per non far torti a nessuno!


lunedì 8 giugno 2020

Muffin salati con il prosciutto cotto

Oggi Light and Tasty ci suggerisce cosa portare ad un pic nic!
Quando abbiamo deciso questa uscita, pensavamo a idee per le nostre gite in campagna, ma anche al mare o in montagna. 
Il lockdown ci stava mettendo il bastone fra le ruote e stavamo rischiando di fare i nostri pic nic sul tappeto di casa, ma finalmente hanno riaperto i confini con le altre regioni e il mare, la montagna e i laghi non saranno più dei miraggi! Con le dovute precauzioni, mi raccomando!
Devo dire che a me piace moltissimo stendere una coperta su di un prato e mangiare delle "cosine" stuzzicanti, mentre si prende il sole o si ascolta il cinguettio degli uccellini. 
La mia proposta da mettere nel cesto da pic nic sono dei muffin salati con il prosciutto cotto, ottimi da mangiare a temperatura ambiente e non risentono della mancanza del frigorifero, bè non lasciateli sotto al sole cocente 😉
Quando si riempie il cesto del pic nic, bisogna fare attenzione alle cotture, non mettiamo cibi che risentono degli sbalzi di temperatura, quindi niente creme o panna per evitare il proliferare di batteri.
Questi muffin salati si possono preparare anche il giorno prima, oppure pesare tutti gli ingredienti e al mattino si assembla il tutto e, mentre i muffin salati cuociono, voi preparate l'occorrente per il vostro pic nic.
Vediamo allora come si fanno i miei muffin salati con il prosciutto cotto e buon divertimento!



lunedì 1 giugno 2020

Insalata di farro con fave, pomodori secchi e zenzero.

E iniziamo giugno! Io non ci sarei dovuta essere in questa uscita, sarei dovuta essere al matrimonio di mio figlio e invece......saltato tutto! 
Ci si riprova l'anno prossimo! 
La delusione è stata tanta, abbiamo sperato che si potesse celebrare, ma poi la ragione ha avuto il sopravvento sulla fantasia e i sogni, siamo scesi con i piedi per terra e click.....cambio di anno!
L'importante è la salute. Si dice così, vero?
Oggi Light and Tasty porta in tavola le fave, ma anche i piselli.
Sì questa è un'uscita con ingredienti doppi in modo che fossimo più libere nella scelta e realizzazione del piatto.
Per la mia ricetta ho utilizzato sia le fave che i piselli.
Le fave sono legumi e possono essere consumate fresche, contengono molta acqua, fibre e proteine e sono indicate nelle diete ipocaloriche.
I piselli sono poveri di calorie e ricchi di fibre, vitamine e minerali. 
Io ho preparato un'insalata di farro, molto leggera, senza formaggi, pochissimi grassi e alla quale ho dato una sferzata di sapore con lo zenzero e una nota croccante data dai gherigli di noce.
Piatto da assaporare anche sul balcone o in giardino o, per chi ha ripreso a lavorare a tempo pieno, anche da asporto.
Insalata di farro con fave, pomodori secchi e zenzero


giovedì 28 maggio 2020

Sbriciolata con le ciliegie nel bicchiere

Nel pieno del periodo dell'epidemia da coronavirus sono stata contattata per aderire ad un progetto finanziato in parte dalla Regione Emilia Romagna e dal Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale: Nutri Bio mangiare consapevolmente!
Per ragioni dovute a chiusure e limitazioni ho dovuto, a malincuore, rimandare la mia adesione, ma finalmente ora posso partecipare.

Si tratta del progetto realizzato dall'associazione Orizzonte Campagna ed ha, come obiettivo, la promozione al consumo di cibo biologico.
Agricoltura biologica significa acqua più pulita, ma anche terreno più fertile, maggiore biodiversità, attenzione per l’ambiente e al benessere animale, ma anche un uso di metodi produttivi che escludono l'uso di sostanze chimiche, come diserbanti e fertilizzanti, e organismi geneticamente modificati.
Chi mi segue sa che acquisto i prodotti che utilizzo in cucina in negozi a Km 0, ai banchetti della Coldiretti e Campagna Amica per avere sempre a disposizione prodotti del mio territorio, biologici e di stagione.

Per questo motivo ho accettato, con entusiasmo, di partecipare a questo progetto di NutriBio in cui viene evidenziata la necessità di educare all'acquisto e al consumo consapevole, alla stagionalità, alla sostenibilità e allo zero sprechi.
Del resto la sostenibilità ambientale, l'amore per la Terra e per la Natura sono i principi dei coltivatori biologici.

#NutriBioMangiareConsapevolmente

Cosa ho deciso di proporre per questa lodevole iniziativa? Un dolce, ma naturalmente!
Nella mia provincia abbiamo prodotti eccellenti sia nella filiera del latte che in quella della frutta e verdura, senza offesa per le altre (noi siamo la Patria delle 3 D.O.P. coppa, salame e pancetta, abbiamo anche vini favolosi...).
Mi sono concentrata su un frutto di stagione, le ciliegie e sulla ricotta e con questi due ingredienti bio e a Km 0, ho creato la sbriciolata con le ciliegie nel bicchiere.
Trovate questa mia ricetta e tante altre, tutte con ingredienti bio, visitando il sito, cliccando qua.
                                            

mercoledì 27 maggio 2020

Summer berry pies ovvero torta con le bacche estive per il Club del 27

Questo mese il Club del 27 ha dato il meglio di sè, attingendo le ricette dal libro "The Southern Pie Book" di Jan Moon  con le pies del profondo sud degli Stati Uniti.
La pie è quella torta fatta da un guscio, la crust, non una frolla, ma una specie di brisè molto burrosa e un ripieno di frutta o creme oppure di carne o verdure nel caso sia salata.
In genere la pie viene servita dentro alla sua teglia, a volte un pò "sporca" dal succo fuoriuscito che a me dà quella sensazione di godurioso!
Nella selezione di pies che ci sono state presentate io mi sono lasciata catturare dai frutti che che preferisco durante l'estate: i frutti di bosco, le bacche estive, summer berry appunto!
Non perdetevi tutte quelle che sono state realizzate dai membri del gruppo del Club del 27, cliccate qua e lustratevi gli occhi!
La pie in questione è molto semplice, basta seguire con attenzione le istruzioni della preparazione. La cottura, che mi sembrava esagerata, invece ci vuole tutta ed anche il quantitativo di zucchero è giusto. 
La summer berry pies è una torta che ti lascia in bocca diversi sapori: il retrogusto salato della piecrust (del guscio), la freschezza dei frutti di bosco, l'acidulo del limone.
C'è però un difetto e lo devo dire: appena fatta si sbriciola anche solo a guardarla, nel senso che è molto friabile. 
Vi consiglio di resistere fino al giorno dopo, magari conservandola in frigorifero e servirla fresca, non fredda mi raccomando, e non vi darà problemi.
Io, infatti, non ho avuto problemi nemmeno a toglierla dalle tegliette.
L'introduzione alla ricetta consiglia 4 stampi di ghisa, sapete quei tegamini stupendi neri....io ne avevo uno solo, così ho utilizzato anche degli stampi in ceramica.
A dire il vero a me ne sono venute in abbondanza, non che siano andate sprecate, ma se tirate la pasta sottile riuscite a farne più di 4.
Inoltre, sempre nell'introduzione, è scritto che la pie andrebbe "coperta" da un disco con delle fessure per far uscire il vapore, ma è possibile fare anche un reticolo come in una crostata o decorarla a piacere.
Per questo io mi sono divertita a mettere anche dei fiorellini ricavati sempre dall'impasto della base. 
Insomma a me è piaciuta molto, una torta piena di succosi frutti di bosco.
Summer berry pies ovvero torta con le bacche estive!

Summer berry pies

lunedì 25 maggio 2020

Frollini salati con pomodori secchi e pistacchi

Siamo ormai arrivati alla fine di maggio e ci lasciamo alle spalle un periodo pessimo, pieno di preoccupazioni, ansie e, almeno per me, tanta paura. Non che sia terminato, ma diciamo che è alleggerito.
Ma torniamo alla nostra uscita di Light and Tasty di questa settimana che ci suggerisce degli stuzzichini, cioè tutte quelle cosine che si sgranocchiano con l'aperitivo, ma anche mentre si chiacchiera e si apparecchia la tavola o si portano nella borsa per quel "buchino nello stomaco" che viene dopo una bella camminata o al lavoro.
Io ho preparato dei frollini salati con pomodori secchi e pistacchi, semplici e veloci, friabili, saporiti, di un bel colore nocciola da servire con del vino bianco fresco o da sgranocchiare, come dicevo prima,  mentre si aspetta che la cena sia pronta, tra una risata e l'altra.
Ideali per una serata tra amici (prima o poi ritorneremo a festeggiare), ma anche in famiglia e saranno graditi da tutti.
Frollini salati con pomodori secchi e pistacchi, uno tira l'altro

lunedì 18 maggio 2020

Filetti di coniglio allo zafferano

Oggi Light and Tasty ci porta in tavola la carne di coniglio, una carne bianca, magra, poco calorica e ricca di proteine, adatta all'alimentazione dei bambini e degli anziani perchè molto digeribile. 
In casa mia il coniglio lo cucino molto poco, infatti a mio marito non piace e io non faccio i salti di gioia quando ce l'ho nel piatto, ma da bambina lo si trovava spesso in tavola specialmente in umido e, d'inverno, accompagnato da una bella polenta fumante.
Per la giornata dedicata al coniglio ho cercato una ricetta semplice e gustosa per portare in tavola un secondo piatto gustoso.
Essendo una carne bianca, ho voluto ravvivarne il colore e così ho unito lo zafferano in modo che da carne bianca diventasse un secondo piatto solare. 
Un pò di allegria e colore ci vuole!
Filetti di coniglio allo zafferano.


lunedì 11 maggio 2020

Tagliatelle di mais con agretti e crema di ricotta

Buongiorno! Nuova settimana e nuovo ingrediente per Light and Tasty: gli agretti.
Gli agretti o barba di frate, sono lunghi, sottili, uniti in piccoli gruppi e sono di un verde intenso, il loro sapore è leggermente acre ed è da qui deriva il nome.
Gli agretti sono ricchi di minerali, di fibre e vitamine, hanno poche calorie.
Io li ho utilizzati per un primo piatto semplice, veloce e molto leggero, ma non per questo poco gustoso.
Le tagliatelle sono di mais, quindi senza glutine, leggere e digeribili.
Gli agretti li ho lessati in acqua salata ed ho condito il tutto con la crema di ricotta, senza lattosio, e ho aggiunto la nota croccante dei pinoli tostati.
Tagliatelle di mais con agretti e crema di ricotta



giovedì 7 maggio 2020

Cheesecake salata alla menta nel bicchiere

Qualche giorno fa mi è arrivata la "Special Edition 2020"  omaggio di Rigoni di Asiago. 
Un cofanetto di bontà assolute: Fiordifrutta e Tantifrutti fragole e fragoline di bosco alla menta, albicocche e pesche al basilico.
Tutta la bontà della frutta bio, utilizzata dalla nota azienda con la quale ho la fortuna e il piacere di collaborare, unita alle proprietà benefiche delle erbe aromatiche che hanno dato vita alla fresca e originale Special Edition di quest'anno!
La voglia di aprire subito un vasetto è stata tantissima, ma chissà perchè nella mia mente ho abbinato queste Fior di Frutta bio, al salato e non al dolce.
Vista la stagione delle fragole e una piantina di menta che sono riuscita ad acquistare nei giorni scorsi, la mia attenzione è stata attirata subito dal vasetto di fragole e fragoline di bosco con la menta.
Il profumo è inebriante: la dolcezza della fragola unita al profumo pungente e fresco della menta mi ha portato ad inspirare ad occhi chiusi immaginando un aperitivo, ma anche un brunch, in campagna, con i cespugli delle aromatiche mossi dal venticello primaverile e che spargono il loro aroma nell'aria.
E così ho dato vita alla mia cheesecake salata alla menta nel bicchiere.
Rigorosamente consumata in casa, vi lascio la non-ricetta (sì perchè è solo un'indicazione dettata dalla mia fantasia) per pochi bicchierini, in fondo in casa siamo in due!
Cheesecake salata alla menta nel bicchiere, in attesa di tempi migliori! 


lunedì 4 maggio 2020

Strudel con le fragole

Prima uscita del mese di maggio per Light and Tasty e l'ingrediente di questa settimana sono le fragole.
Io le adoro, mi piacciono molto anche così, al naturale. Le sciacquo e via!
Le fragole attivano il metabolismo, proteggono i denti perchè contengono xilitolo, contrastano cellulite, ipertensione e invecchiamento cellulare, infatti contengono vitamine, minerali e antiossidanti.
Acquistiamo le fragole quando sono di stagione facendo attenzione che i frutti siano turgidi, di un colore rosso vivo e uniforme e che nella vaschetta non siano presenti fragole con tracce di muffa.
Nel blog trovate tante ricette con le fragole dalle semplici macedonie alle torte.
Mi mancava però lo strudel e così ho pensato di realizzare lo strudel con le fragole con ciò che avevo in casa. 
Il risultato mi è piaciuto molto, non troppo dolce, infatti non ho utilizzato zuccheri, senza burro, leggero e friabile.
Inoltre ho sostituito la panna montata per accompagnarlo, con lo yogurt aromatizzato. 
Io ho utilizzato dello zenzero per dare freschezza al dolce, ma se non lo gradite utilizzate della vaniglia.
Ma vediamo come preparare lo strudel con le fragole e portiamo in tavola la primavera!


martedì 28 aprile 2020

Maltagliati senza uova con pesto di piselli e nocciole

Oggi Light and Tasty ci fa scoprire tanti piatti con la pasta fresca.
Preparare la pasta fresca in casa, per me, è una tradizione di famiglia.
La nonna e la mamma sono sempre state con le mani nella farina prima dell'avvento di impastatrici e tecnologie varie per facilitare gli impasti.
Le tagliatelle, tortelli, anolini o le lasagne erano i piatti della domenica, della Festa, della famiglia intera radunata attorno al tavolo, della convivialità.
La pasta fresca è un fiore all'occhiello della gastronomia italiana. 
Ogni regione ha la sua ricetta: con le uova, senza uova, con la farina di grano tenero o la semola, e i suoi tanti formati: dai pizzoccheri alle tagliatelle, passando attraverso orecchiette, trofie, garganelli, pici.....
La pasta deve avere la giusta consistenza, ruvida per raccogliere meglio il sugo scelto e deve essere cotta bene. 
La pasta fresca non apporta tante calorie, bensì sarà il condimento scelto che farà alzare l'asticella!
Io ho scelto di preparare dei maltagliati senza uova, utilizzando della semola rimacinata dal caratteristico colore giallo ambrato e che ha un buon contenuto di proteine e fibre, ma anche minerali e carotenoidi.
Come condimento ho scelto di utilizzare i piselli freschi, legume di stagione e ne ho fatto un pesto con le nocciole. Una novità per me che ha incontrato subito il mio gusto e quello di mio marito.
Allora vediamo come preparare questi maltagliati senza uova con pesto di piselli e nocciole.

lunedì 27 aprile 2020

Gnocchi vintage per il Club del 27

Siamo ad aprile e ad un nuovo appuntamento con il mitico Club del 27.
Questo mese abbiamo cucinato gli gnocchi e le ricette sono tutte tratte dal libro "Facciamo gli gnocchi" , una raccolta di ricette e consigli per una buona e perfetta riuscita degli gnocchi, delle amiche dell'mtc riunite in questo libro!
Cliccando →qua← troverete tutte le ricette delle amiche e degli amici del gruppo, non perdetele!
Nell'elenco delle ricette di gnocchi proposte, una ha attirato la mia attenzione e curiosità, per il nome particolare: gnocchi vintage!
Mai sentiti! Vintage perchè? 
Mi sono subito fatta inviare la ricetta per leggerla (purtroppo non ho il libro in casa 😔) e..... sì sì, ho pensato, la provo subito! 
Entusiasmo alle stelle (una cosa rara in questo periodo) per questi gnocchi di patate conditi con burro, zucchero, grana e cannella.
Ringrazio l'autrice Cinzia  per avermi permesso di conoscere uno spaccato della sua vita e dei suoi ricordi.
Racconta Cinzia che in tempo di guerra questi gnocchi vintage rappresentavano un pasto completo e riuscivano a soddisfare la voglia di dolce dei bambini.
Lo zucchero, prezioso ingrediente in tempo di guerra, veniva dosato con parsimonia, le patate erano disponibili in quasi tutte le case, mentre il burro e il grana (forse era un formaggio del contadino più che grana) erano presenti più facilmente nelle case contadine, dove c'erano degli animali.
Dopo aver letto il post mi sono ricordata dei racconti della mia nonna dove lei e i suoi quattro fratelli, mangiavano polenta e uova perchè avevano qualche gallina.
Con un moto di nostalgia affettiva per i miei cari che non ci sono più e per i ricordi di Cinzia, ho deciso che gli gnocchi vintage sarebbero entrati anche a casa mia.
Gnocchi vintage, da provare e far provare anche ai bambini, raccontando loro che un tempo, erano il dolce dei loro coetanei di una volta!

                                 

martedì 21 aprile 2020

Crema di asparagi con paprika e nocciole

Eccoci, siamo tornate dopo la pausa pasquale!
Avete trascorso una Pasqua serena? La mia è stata un pò particolare, abbiamo pranzato con l'altra metà della famiglia facendoci compagnia tramite webcam. Alla fine abbiamo mangiato, riso, chiacchierato ed è andato tutto bene. Un pranzo che ce lo ricorderemo per sempre sicuramente, ma è anche stato divertente!
E voi?
Oggi torniamo con Light and Tasty e tanti asparagi.
Gli asparagi hanno poche calorie e molte fibre, vitamine e sali minerali. Sono depurativi e diuretici e contribuiscono a ridurre la cellulite.
Attenzione però, gli asparagi possono dare problemi a chi soffre di disturbi renali in quanto contengono acido urico che potrebbe incrementare i disturbi.
Io avevo degli asparagi molto belli e teneri e ne ho fatto una crema, una crema di asparagi che ho arricchito con la paprika e le nocciole, la si può mangiare calda, ma vi assicuro che anche tiepida è molto buona.
Se cliccate →qua←, troverete altre ricette con gli asparagi.
Crema di asparagi con paprika e nocciole


sabato 18 aprile 2020

Muffin con grano saraceno e yogurt

Caro coronavirus,
ti sei insinuato silenziosamente nelle nostre vite, ti sei portato via i nostri giorni, i nostri programmi, molte vite. 
Mi sembra di sentirti sogghignare perfido, strofinandoti le mani perchè pensi di essere riuscito nel tuo intento: distruggere l'uomo che pensava di essere tanto superiore.
Ma ti sbagli, caro coronavirus, e sai perchè? Perchè davvero l'uomo è superiore e presto ti metterà a tacere!
Ti sei "rubato" anche la festa del mio compleanno, ma mi rifarò...quando non lo so, ma ti giuro che festeggerò i miei 60 anni!

Festeggio il mio compleanno senza sfarzo, io e mio marito, con dei muffin molto leggeri, senza burro.
Avevo pochissima farina di grano saraceno e ho pensato di utilizzarla nella preparazione di questi muffin ideali per la colazione e per la merenda.
I muffin con grano saraceno e yogurt si preparano in pochissimo tempo, si sporca poco, solo una ciotola e le fruste, permettono di utilizzare lo yogurt che non avete consumato e si possono farcire per renderli ancora più golosi.
Muffin con grano saraceno e yogurt, vediamo come prepararli....

lunedì 6 aprile 2020

Millefoglie di riso venere con uova e spinaci

Bentrovati!
Siamo arrivati all'ultimo appuntamento di Light and Tasty prima della Pasqua.
Io dovevo essere a Cambridge da mio figlio e mia nuora e invece stiamo organizzando un pranzo pasquale in diretta video.
Una Pasqua strana, diversa, silenziosa, senza la gioia della condivisione della pastiera, delle uova di cioccolato, della colomba e soprattutto senza poter partecipare ai riti religiosi. Per fortuna la tecnologia ci viene in aiuto!
L'ingrediente di oggi sono le uova, simbolo della Pasqua, della rinascita e mai come in questo periodo mi sembra di buon augurio.
La rinascita spirituale e fisica, una rinascita umana, dell'umanità intera.
Passerà e torneremo ad apprezzare anche i piccoli gesti, i fiori nei prati, il cinguettio degli uccellini, le stelle nel cielo, le risate dei bambini e ci abbracceremo innumerevoli volte. 
Io avevo deciso di presentare un piatto, ma la quarantena mi ha costretto a cambiare ricetta per non dover andare a reperire ingredienti.
Ho in casa della farina di riso venere e l'ho utilizzata per preparare le basi della mia millefoglie di riso venere con uova e spinaci.
Gli spinaci li ho semplicemente sgocciolati e cotti in padella con pochissimo olio extravergine d'oliva e l'uovo è cotto con il coperchio, ma con calma vi spiego tutto nel procedimento.
Millefoglie di riso venere con uova e spinaci.


domenica 5 aprile 2020

Porridge con la Nocciolata


#iorestoacasa e preparo una colazione molto molto golosa 😋
Questo coronavirus ci obbliga ad isolarci, ci separa dalle famiglie ma non ci toglierà mai la speranza. 
La speranza che i nostri scienziati possano trovare il vaccino giusto, la speranza di poter ritornare alla nostra vita, ai baci e agli abbracci.
Per coccolarci un pò ho preparato il porridge, che io adoro, con la Nocciolata 🥰
Una tazzina di porridge con la Nocciolata preparato appositamente per partecipare al #Nocciolatachallenge indetto dalla grande Azienda Rigoni di Asiago.
A mio marito è piaciuto così tanto che ho deciso di condividere la nostra colazione con chi mi segue affettuosamente sul blog.
Come si prepara il porridge con la Nocciolata?
Prendete una pentola e tirate fuori gli ingredienti...

#nocciolatachallenge

lunedì 30 marzo 2020

Riso iraniano ovvero iranian jeweled rice

Light and Tasty di oggi ci offre tanti spunti su come portare in tavola il riso.
Il riso è un alimento molto utile al nostro organismo per le tante proprietà, innanzi tutto per la sua digeribilità e la capacità di regolare la flora intestinale.
I tipi di riso sono veramente tanti: nero, rosso, basmati, classico...ma anche per la forma e dimensione del chicco e per la fragranza.
Il riso è privo di glutine per cui può essere consumato da chi soffre di celiachia, ha molto potassio e poco sodio, quindi indicato per chi soffre di ipertensione.
Per la mia proposta ho utilizzato il riso basmati che ha pochi grassi, è molto profumato e può essere utilizzato al posto del pane.
Questo riso iraniano lo avevo messo nella lista delle ricette da provare.
Era nella lista delle ricette che il Club del 27 ci offre ogni mese e dalla quale attingiamo per proporre un piatto.
Una ricetta che ho tradotto e conservato. Quale momento migliore se non questa giornata dedicata al riso?
Il riso iraniano, iranian jeweled rice, è, nella cucina persiana, un piatto delle feste, infatti viene servito nei matrimoni come antipasto, ma viene anche consigliato di provarlo almeno una volta nella vita. E io potevo non provarlo?
Il riso basmati è cotto con zafferano o curcuma e adornato da frutta secca e disidratata che lo rendono un gioiello, jewel appunto.
La ricetta è presa da The Kitchn per chi volesse andare a vedere il procedimento originale.
Ma passiamo subito a vedere come si prepara il riso iraniano, iranian jeweled rice, che ha sì qualche passaggio, ma semplice.
Se vi si dovesse avanzare del riso iraniano, potete conservarlo in frigorifero in un contenitore e il giorno dopo potete riscaldarlo o nel microonde o in una padella con un coperchio sopra.
#iorestoacasa e cucino!

iranian jeweled rice

venerdì 27 marzo 2020

Plumcake con farina di mais, limone e mirtilli per il Club del 27

Oggi sono stata molto combattuta se partecipare o meno alla giornata dedicata al Club del 27!
Questo mese, infatti, si festeggia il terzo compleanno di questo grande gruppo, ma io non  mi sento di festeggiare.
Ho una grande tristezza dentro, per la mia città, per tutto quello che noi, voi, tutti stiamo passando. 
Ogni giorno si contano le vittime, i contagi e non si ha più la percezione del tempo che passa, dei giorni che passano.
Ma sono qua e sapete perchè? 
In questo periodo in cui tanti si sono scoperti panettieri e pizzaioli, c'è anche chi ha bisogno di spunti per cucinare con gli ingredienti che ha a disposizione senza uscire a fare la spesa. Ed è questo il motivo per cui partecipo, per dare, se posso, un piccolissimo aiuto alle mie amiche e a chi mi segue con affetto da anni.
Avete della farina di mais? E del limone? Perfetto! 
Oggi vi suggerisco un plumcake con farina di mais, limone e mirtilli (Lemon and blueberry polenta cake) che faceva parte delle ricette con la farina di mais dello scorso novembre.
Allora avevo partecipato con il pane con datteri, banana e rum  e questo plumcake mi ero ripromessa di farlo in un secondo tempo.
Nella preparazione del plumcake con farina di mais, limone e mirtilli mi sono rifatta alle indicazioni che Milena aveva dato dopo averlo provato, per cui, accanto alla ricetta originale, vi metterò fra parentesi le modifiche ed eventuali alternative. 
Non correte a fare la spesa se vi manca un ingrediente, lo sostituite!
Innanzi tutto è necessario uno stampo da plumcake di cm 20/22x11, se lo avete più grande vi verrà più basso oppure aumentate la dose di ogni ingrediente.
Cliccate →qua← per leggere tutte le ricette che il gruppo dedica al terzo compleanno del Club del 27.
Plumcake con farina di mais, limone e mirtilli, naturalmente senza glutine, morbido e umido al punto giusto, gradevolmente profumato, ottimo sia a colazione che a merenda.

Lemon and blueberry polenta cake

lunedì 23 marzo 2020

Insalata di carote con salsa alle noci

E anche la primavera è arrivata! Il mio augurio a tutti voi è che questa nuova stagione sia una primavera sia della natura, ma anche per la nostra vita. 
Ormai da più di un mese abbiamo delle limitazioni che via via si sono inasprite sempre di più, ma non è per una cattiveria nei nostri confronti, anzi!
I morti si contano a decine, i progetti che avevamo fatto vanno tutti a farsi benedire, la paura fa parte delle nostre giornate in modo pressante! 
Dobbiamo seguire le regole con coscienza e rimanere in casa più che si può. Capisco che con il sole viene voglia di fare una passeggiata, un giro in bicicletta, ma, chiedo: è meglio rinunciare a tutto questo o farsi qualche settimana su un letto di ospedale attaccati ad un respiratore? E se va bene.....
Ecco, pensateci e soprattutto ci pensi chi ha la smania della linea, della corsa, delle feste.... e con questo chiudo!

Nuova settimana e accogliamo il nuovo ingrediente che ci propone Light and Tasty di questa settimana: le carote!
Ricche di carotene, le carote possono essere consumate sia cotte che crude, sono una buona fonte di fibre e di flavonoidi.
Le carote sono quindi delle alleate del nostro intestino, ma anche degli occhi, delle mucose e del sistema cardiovascolare.
In casa mia le carote finiscono subito, io ne sono una divoratrice. Mi piacciono così, intere al naturale.
Per la nostra giornata ho pensato ad un'insalata di carote con salsa alle noci, semplice, ma gustosa e comoda anche come pranzo d'asporto (prima o poi riprenderemo la nostra vita quotidiana) oppure, in quantità ridotte per un antipasto.
C'è chi cucina tanto in questi giorni e chi invece non ne ha molta voglia.
Ho pensato molto se smettere di pubblicare o no e sono giunta alla conclusione di continuare fino a che ho ricette pronte, dopo vedrò come comportarmi.
Passiamo subito a scoprire come preparare e portare in tavola l'insalata di carote con sala alle noci.


lunedì 16 marzo 2020

Sbriciolata con mele e mirtilli rossi

Tra qualche giorno festeggeremo il papà e Light and Tasty dedica questa giornata a lui, a loro, ai nostri papà!
Io ho la fortuna di avere ancora il papà, ha i suoi anni, ma si difende bene. Non toglieteli la passeggiata e, in questo periodo, si fa molta fatica a tenerlo in casa.
Poi c'è il papà di mio figlio e quest'anno faremo una festa a distanza. 
Per fortuna ci sono tutte queste tecnologie che ci permettono di essere vicini anche se lontani.
Non ho molta voglia di cucinare, ma non potevo non festeggiare i papà!
Un sorriso e un pensiero affettuoso non possono mancare, nemmeno nei periodi più bui! 
Per festeggiare il papà, in modo light, ho pensato di preparare una torta senza burro, senza uova e senza lattosio, croccante fuori e morbida dentro, dolce ma non troppo.
Insomma che festa sarebbe senza una torta?
Sbriciolata con mele e mirtilli rossi e Auguri a tutti i papà!!!!

lunedì 9 marzo 2020

Biscotti con fiocchi d'avena e cioccolato

Periodo pessimo. Mi sembra di vivere dentro ad un film dell'orrore: sirene delle ambulanze a qualsiasi ora del giorno e della notte, limitazioni, misure da mantenere, mascherine, guanti....Strade vuote e silenzio nei centri commerciali per poi trovare tanta gente nei parchi.
Vi confesso, e non mi vergogno a dirlo, che ho paura. Paura perchè ho i genitori anziani, per mio marito che comunque continua a recarsi in ufficio, per mio figlio che abita lontano, per me che non sono giovane e anche per la mia cagnolina. Non ridete, ma se dovessimo ammalarci io o mio marito chi si prenderebbe cura di lei?
Passerà, certamente perchè se ..... #seguiamoleregole  andrà tutto bene!!!!

Oggi Light and Tasty ci porta un sacco pieno di cereali.
Io ho scelto di utilizzare i fiocchi di avena.
L'avena è un cereale particolare, contiene glutine, anche se in piccole quantità e questo sta portando a sperimentazioni e studi per verificare se chi soffre di celiachia può o meno consumarla. Però non può ancora essere inserita negli alimenti gluten free!
L'avena ha un buon contenuto di fibre che aiutano a placare il senso della fame e, per questo, è indicato nelle diete dimagranti. Inoltre, per il buon contenuto proteico, è indicata anche a chi segue un'alimentazione vegana o vegetariana perchè permette di assumere quegli aminoacidi essenziali come la lisina.
Altra proprietà dell'avena è la sua digeribilità per cui è indicata per chi ha problemi digestivi, come la gastrite, o di colite.
I fiocchi d'avena stanno spopolando nella mia cucina 😄 ormai li metto ovunque: sono presenti nella mia colazione, così come nel frullato della merenda, passando per il salato per arrivare al dolce.
Senza contare i mix di fiocchi che uso in altre preparazioni. E vanno anche a finire tra gli ingredienti dei biscottini della mia Dorothy 😊
Se vi piacciono i fiocchi di avena, cliccate →qua← e potrete scegliere una delle mie ricette che li ha come protagonisti!
Oggi nuovo esperimento per i biscotti della colazione, devo dire riuscito bene. 
Questi biscotti con fiocchi d'avena e cioccolato mi sono piaciuti molto, li ho trovati leggerissimi, forse poco friabili (la prossima volta li farò più sottili), ma hanno un grosso difetto: creano dipendenza!
Passo subito alla ricetta dei biscotti con fiocchi d'avena e cioccolato senza perdere altro tempo. 



martedì 3 marzo 2020

Frittata rognosa con il lesso al forno

Ho fatto una frittata! Non nel senso che ho fatto un disastro, ma proprio nel senso culinario!
Light and Tasty di quest'oggi ci porta in tavola una selezione di frittate.
La frittata sembra la cosa più semplice del mondo, ma anche lei ha le sue regole.
Salvacena per eccellenza, la frittata è forse una delle preparazioni più antiche e diffuse, infatti ha come base le uova, alimento povero che si presta ad essere cucinato in tanti modi.
C'è chi sostiene che siano stati gli Arabi a portare la frittata in Europa, ma anche Apicio ne propone una dolce con latte e miele.
Ma come si fa la frittata? Innanzi tutto non sbattere troppo le uova che vanno solo rotte e amalgamato il tuorlo con l'albume, quindi basta una sola forchetta e non un mixer.
Se si cuoce la frittata in padella, questa va scaldata bene prima di versare il composto di uova, poi si abbassa la fiamma si mette un coperchio e si porta a cottura. Girarla? Artusi dice di no, anche se personalmente preferisco girarla e cuocerla su entrambi i lati, oppure la si mette in forno e, oltre ad essere più leggera, si cuoce uniformemente.
Che frittata vi propongo? Una di riciclo, che veniva preparata quando ero piccola, la frittata rognosa con il lesso e poi cotta in forno.
La frittata rognosa in genere viene preparata con il salame cotto, con la salsiccia, con la carne trita o gli avanzi di carne arrosto.
Quando si fa il brodo, la carne lessa gira e rigira fino a finire in polpette, verzolini o altro.
Nel mio caso è finita nella frittata al forno.
La frittata può essere anche portata al lavoro nella vostra schiscetta o ad una gita (chi non ricorda il panino con la frittata?), è gradita dai bambini....  bene io ho interpretato la mia frittata rognosa con il lesso al forno con la piadina e la rucola. Curiosi?
Frittata rognosa con il lesso al forno



giovedì 27 febbraio 2020

Cookies americani con le gocce di cioccolato per il Club del 27

Febbraio è il mese dell'amore in  quanto si festeggia San Valentino.
Un tripudio di cuori dal più piccolo dei cioccolatini alle torte, passando per primi e secondi.
Il Club del 27 di questo mese ha, però, deciso di dedicare questa uscita alle ricette per chi è solo: un single, un coniuge rimasto solo a casa o perchè la dolce metà fa i turni o per impegni lavorativi altrove.
Il libro da cui abbiamo scelto e tradotto le nostre ricette è Solo di Signe Johansen, la gioia di cucinare per uno, perchè si può essere felici anche cucinando per se stessi, per una sola porzione.
Vi è mai capitato di essere a casa da soli? A me sì e, in quelle occasioni, mi preparo tutto ciò che non piace a mio marito 😉
Tra le ricette proposte dal libro ho scelto i cookies americani con le gocce di cioccolato, ovvero quei biscotti leggermente gommosi e burrosi che di light non hanno assolutamente nulla, ma sono buonissimi. 
I veri cookies americani risultano gommosi, il che fa pensare che siano poco cotti; no no è proprio la loro consistenza, devono essere appunto chewy.
L'autrice dice che ha rincorso per anni la ricetta del cookie con le gocce di cioccolato perfetto, quello burroso, gommoso e con un buon sapore di zucchero di canna, fino a quando non ha unito due ricette trovando il giusto equilibrio fra gli ingredienti.
Signe Johansen raccomanda il raffreddamento prima della cottura sostenendo che sia essenziale per la buona riuscita dei cookies, gli American-style dark and chewy chocolate chip cookies, come li chiama lei.
Inoltre suggerisce come renderli ancora più accattivanti trasformandoli in un Chipwich, un sandwich con il gelato 😋 che proverò sicuramente la prossima estate.
qua ← trovate tutte le nostre traduzioni delle ricette dolci e salate monoporzione e vi assicuro che non ve ne pentirete. Una meglio dell'altra.
Ma vediamo come si preparano questi buonissimi cookies americani con le gocce di cioccolato e poi ce li gustiamo in totale relax, sul divano, con della buona musica in sottofondo, un libro in una mano e nell'altra un american-style dark and chewy chocolate chip cookie!

American-style dark and chewy chocolate chip cookies

lunedì 24 febbraio 2020

Maschere e stelle filanti salate alla salvia

Oggi per me questa uscita è terapeutica, infatti mi distoglie dal pensiero del contagio da coronavirus. Un brutto, anzi bruttissimo periodo in cui i telegiornali sembrano dei bollettini di guerra, i social si scatenano in giudizi e commenti a volte anche poco educati e chi vive davvero in queste zone che si trova limitato nella propria libertà.
Vivo poco lontano dalla zona rossa e lì, in isolamento, ho mia nipote e degli amici carissimi.
Non so cosa succederà, vorrei avere una sfera di cristallo per vedere il futuro, ma devo attendere e cercare di ascoltare solo le informazioni vere. Ma siamo a Carnevale e dobbiamo anche sorridere!
Infatti a Carnevale ogni scherzo vale!
E al Carnevale, Light and Tasty dedica questo lunedì!
Voi direte: da quando il fritto è light? Avete ragione, per questo abbiamo pensato di proporre delle idee per festeggiare il Carnevale senza dover friggere.
Le origini del Carnevale si fanno risalire all'antica Roma, quando venivano praticati riti pagani in favore del dio Saturno, i cosiddetti Saturnali durante i quali si indossavano delle maschere.
Nella cultura cristiana il Carnevale è il periodo che precede la Quaresima, infatti il suo significato è "carnem levare", cioè astenersi dal consumo della carne durante il periodo che precede la Pasqua.
La mia proposta per festeggiare il Carnevale, in modo light naturalmente, sono delle maschere e stelle filanti salate alla salvia, cotte al forno aromatizzate con la salvia tritata.
Coinvolgete anche i bambini nella preparazione delle maschere, vi divertirete tutti assieme a portarle in tavola e sgranocchiarle tra una stella filante e un coriandolo.
Se avete uno stampo a forma di mascherina utilizzate quello, in caso contrario o ritagliate una maschera da un cartoncino oppure andate a "mano libera"!
Per esempio io non ho lo stampino, per cui, utilizzando una rotella, sono andata a "mano libera". 
Ho ricavato delle maschere salate di diverse dimensioni e con i ritagli ho preparato delle stelle filanti anche queste di dimensioni diverse.
Non preoccupatevi se non sono regolari e precise, la parola d'ordine è: divertirsi!
Maschere e stelle filanti salate alla salvia.

          

lunedì 17 febbraio 2020

Parmigiana di bietole

Inizia una nuova settimana e, puntuale, arriva Light and Tasty che ci porta in tavola le bietole o biete o erbette.
Le bietole o biete sono un ortaggio a foglia verde e il nome varia a seconda che si consumino le foglie, quindi bietole o erbette, oppure anche la costa centrale, quindi coste o biete da costa. 
Le bietole sono un alimento prezioso per una dieta equilibrata, hanno poche calorie, ma un grande quantitativo di vitamine, carotenoidi, betacarotene e clorofilla che svolge un aiuto protettivo contro certe malattie tumorali.
Al momento dell'acquisto dobbiamo accertarci che le foglie siano verdi e lucide, infatti sono facilmente deperibili.
Le bietole a me piacciono molto e ne faccio largo uso (→ qua troverai altre ricette con le bietole) e questa volta ho deciso di utilizzarle per un piatto che di solito preparo con le melanzane: la parmigiana di bietole!
Era la prima volta che preparavo una parmigiana di bietole, ma l'esperimento è riuscito molto bene, teglia finita in un attimo e consensi da chi l'ha assaggiata.
Quindi ecco a voi la mia parmigiana di bietole, ho utilizzato i pelati, ma se avete dei pomodorini freschi il condimento sarà sicuramente più gustoso.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...