martedì 28 aprile 2020

Maltagliati senza uova con pesto di piselli e nocciole

Oggi Light and Tasty ci fa scoprire tanti piatti con la pasta fresca.
Preparare la pasta fresca in casa, per me, è una tradizione di famiglia.
La nonna e la mamma sono sempre state con le mani nella farina prima dell'avvento di impastatrici e tecnologie varie per facilitare gli impasti.
Le tagliatelle, tortelli, anolini o le lasagne erano i piatti della domenica, della Festa, della famiglia intera radunata attorno al tavolo, della convivialità.
La pasta fresca è un fiore all'occhiello della gastronomia italiana. 
Ogni regione ha la sua ricetta: con le uova, senza uova, con la farina di grano tenero o la semola, e i suoi tanti formati: dai pizzoccheri alle tagliatelle, passando attraverso orecchiette, trofie, garganelli, pici.....
La pasta deve avere la giusta consistenza, ruvida per raccogliere meglio il sugo scelto e deve essere cotta bene. 
La pasta fresca non apporta tante calorie, bensì sarà il condimento scelto che farà alzare l'asticella!
Io ho scelto di preparare dei maltagliati senza uova, utilizzando della semola rimacinata dal caratteristico colore giallo ambrato e che ha un buon contenuto di proteine e fibre, ma anche minerali e carotenoidi.
Come condimento ho scelto di utilizzare i piselli freschi, legume di stagione e ne ho fatto un pesto con le nocciole. Una novità per me che ha incontrato subito il mio gusto e quello di mio marito.
Allora vediamo come preparare questi maltagliati senza uova con pesto di piselli e nocciole.

lunedì 27 aprile 2020

Gnocchi vintage per il Club del 27

Siamo ad aprile e ad un nuovo appuntamento con il mitico Club del 27.
Questo mese abbiamo cucinato gli gnocchi e le ricette sono tutte tratte dal libro "Facciamo gli gnocchi" , una raccolta di ricette e consigli per una buona e perfetta riuscita degli gnocchi, delle amiche dell'mtc riunite in questo libro!
Cliccando →qua← troverete tutte le ricette delle amiche e degli amici del gruppo, non perdetele!
Nell'elenco delle ricette di gnocchi proposte, una ha attirato la mia attenzione e curiosità, per il nome particolare: gnocchi vintage!
Mai sentiti! Vintage perchè? 
Mi sono subito fatta inviare la ricetta per leggerla (purtroppo non ho il libro in casa 😔) e..... sì sì, ho pensato, la provo subito! 
Entusiasmo alle stelle (una cosa rara in questo periodo) per questi gnocchi di patate conditi con burro, zucchero, grana e cannella.
Ringrazio l'autrice Cinzia  per avermi permesso di conoscere uno spaccato della sua vita e dei suoi ricordi.
Racconta Cinzia che in tempo di guerra questi gnocchi vintage rappresentavano un pasto completo e riuscivano a soddisfare la voglia di dolce dei bambini.
Lo zucchero, prezioso ingrediente in tempo di guerra, veniva dosato con parsimonia, le patate erano disponibili in quasi tutte le case, mentre il burro e il grana (forse era un formaggio del contadino più che grana) erano presenti più facilmente nelle case contadine, dove c'erano degli animali.
Dopo aver letto il post mi sono ricordata dei racconti della mia nonna dove lei e i suoi quattro fratelli, mangiavano polenta e uova perchè avevano qualche gallina.
Con un moto di nostalgia affettiva per i miei cari che non ci sono più e per i ricordi di Cinzia, ho deciso che gli gnocchi vintage sarebbero entrati anche a casa mia.
Gnocchi vintage, da provare e far provare anche ai bambini, raccontando loro che un tempo, erano il dolce dei loro coetanei di una volta!

                                 

martedì 21 aprile 2020

Crema di asparagi con paprika e nocciole

Eccoci, siamo tornate dopo la pausa pasquale!
Avete trascorso una Pasqua serena? La mia è stata un pò particolare, abbiamo pranzato con l'altra metà della famiglia facendoci compagnia tramite webcam. Alla fine abbiamo mangiato, riso, chiacchierato ed è andato tutto bene. Un pranzo che ce lo ricorderemo per sempre sicuramente, ma è anche stato divertente!
E voi?
Oggi torniamo con Light and Tasty e tanti asparagi.
Gli asparagi hanno poche calorie e molte fibre, vitamine e sali minerali. Sono depurativi e diuretici e contribuiscono a ridurre la cellulite.
Attenzione però, gli asparagi possono dare problemi a chi soffre di disturbi renali in quanto contengono acido urico che potrebbe incrementare i disturbi.
Io avevo degli asparagi molto belli e teneri e ne ho fatto una crema, una crema di asparagi che ho arricchito con la paprika e le nocciole, la si può mangiare calda, ma vi assicuro che anche tiepida è molto buona.
Se cliccate →qua←, troverete altre ricette con gli asparagi.
Crema di asparagi con paprika e nocciole


sabato 18 aprile 2020

Muffin con grano saraceno e yogurt

Caro coronavirus,
ti sei insinuato silenziosamente nelle nostre vite, ti sei portato via i nostri giorni, i nostri programmi, molte vite. 
Mi sembra di sentirti sogghignare perfido, strofinandoti le mani perchè pensi di essere riuscito nel tuo intento: distruggere l'uomo che pensava di essere tanto superiore.
Ma ti sbagli, caro coronavirus, e sai perchè? Perchè davvero l'uomo è superiore e presto ti metterà a tacere!
Ti sei "rubato" anche la festa del mio compleanno, ma mi rifarò...quando non lo so, ma ti giuro che festeggerò i miei 60 anni!

Festeggio il mio compleanno senza sfarzo, io e mio marito, con dei muffin molto leggeri, senza burro.
Avevo pochissima farina di grano saraceno e ho pensato di utilizzarla nella preparazione di questi muffin ideali per la colazione e per la merenda.
I muffin con grano saraceno e yogurt si preparano in pochissimo tempo, si sporca poco, solo una ciotola e le fruste, permettono di utilizzare lo yogurt che non avete consumato e si possono farcire per renderli ancora più golosi.
Muffin con grano saraceno e yogurt, vediamo come prepararli....

lunedì 6 aprile 2020

Millefoglie di riso venere con uova e spinaci

Bentrovati!
Siamo arrivati all'ultimo appuntamento di Light and Tasty prima della Pasqua.
Io dovevo essere a Cambridge da mio figlio e mia nuora e invece stiamo organizzando un pranzo pasquale in diretta video.
Una Pasqua strana, diversa, silenziosa, senza la gioia della condivisione della pastiera, delle uova di cioccolato, della colomba e soprattutto senza poter partecipare ai riti religiosi. Per fortuna la tecnologia ci viene in aiuto!
L'ingrediente di oggi sono le uova, simbolo della Pasqua, della rinascita e mai come in questo periodo mi sembra di buon augurio.
La rinascita spirituale e fisica, una rinascita umana, dell'umanità intera.
Passerà e torneremo ad apprezzare anche i piccoli gesti, i fiori nei prati, il cinguettio degli uccellini, le stelle nel cielo, le risate dei bambini e ci abbracceremo innumerevoli volte. 
Io avevo deciso di presentare un piatto, ma la quarantena mi ha costretto a cambiare ricetta per non dover andare a reperire ingredienti.
Ho in casa della farina di riso venere e l'ho utilizzata per preparare le basi della mia millefoglie di riso venere con uova e spinaci.
Gli spinaci li ho semplicemente sgocciolati e cotti in padella con pochissimo olio extravergine d'oliva e l'uovo è cotto con il coperchio, ma con calma vi spiego tutto nel procedimento.
Millefoglie di riso venere con uova e spinaci.


domenica 5 aprile 2020

Porridge con la Nocciolata


#iorestoacasa e preparo una colazione molto molto golosa 😋
Questo coronavirus ci obbliga ad isolarci, ci separa dalle famiglie ma non ci toglierà mai la speranza. 
La speranza che i nostri scienziati possano trovare il vaccino giusto, la speranza di poter ritornare alla nostra vita, ai baci e agli abbracci.
Per coccolarci un pò ho preparato il porridge, che io adoro, con la Nocciolata 🥰
Una tazzina di porridge con la Nocciolata preparato appositamente per partecipare al #Nocciolatachallenge indetto dalla grande Azienda Rigoni di Asiago.
A mio marito è piaciuto così tanto che ho deciso di condividere la nostra colazione con chi mi segue affettuosamente sul blog.
Come si prepara il porridge con la Nocciolata?
Prendete una pentola e tirate fuori gli ingredienti...

#nocciolatachallenge
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...