giovedì 31 maggio 2012

Crostata con marmellata di limoni, amaretti e mandorle

Marmellata o confettura? Normalmente non facciamo attenzione a distinguere fra i due termini e la chiamiamo sempre "marmellata", invece una differenza c'è, ed è persino stabilita da una direttiva dell'Unione Europea. Si chiama "marmellata" un prodotto a base di agrumi, si parla invece di "confettura" se si utilizza qualsiasi altro tipo di frutta (o anche di verdura). La norma stabilisce anche la percentuale di frutta utilizzata: deve essere almeno del 20% nel caso della marmellata, del 35% per la confettura, del 45% per poterla definire "confettura extra".
Il prodotto che ho utilizzato nella ricetta è la marmellata di limoni della Zuegg. Non a tutti piace, questo tipo di marmellata, perchè solitamente lascia in bocca un retrogusto amaro. Il prodotto della Zuegg invece rappresenta un'equilibrata unione tra acidità del limone e dolcezza dello zucchero, ha un colore tenue e una consistenza molto morbida. E siccome è risaputo che "mandorla" chiama "agrumi" in abbinamento, ed io adoro sia l'una che gli altri, ho combinato questo matrimonio che a mio parere è davvero ben riuscito. Ecco a voi la mia ultima crostata ... "ultima" in ordine di tempo, naturalmente :))



Ingredienti

per la frolla
220 g di farina
30 g di farina di mandorle (o mandorle tritate molto finemente)
100 g di burro
90 g di zucchero
1 uovo
buccia di limone grattugiata
mezza bustina di lievito
un pizzico di sale

per la farcitura
250 g di marmellata di limoni Zuegg
una confezione di amaretti (ne ho usati circa 30, ma dipende da quanto sono grandi)
un bicchierino di limoncello
mandorle a scaglie q.b.

Preparare la frolla: mescolare la farina 00 con la farina di mandorle, aggiungere il burro freddo a pezzetti e iniziare a sabbiare il composto, poi unire il resto degli ingredienti ed impastare velocemente, formare una palla di impasto, proteggerla con la pellicola per alimenti e mettere in frigo per circa un'ora.
Imburrare una teglia per crostate del diametro di 22 cm, stendere tutta la frolla lasciando un bordo alto. Spalmare la marmellata sul fondo. Stemperare il limoncello con un pò di acqua (dipende da quanto si vuole che sia forte l'aroma, bisogna però tenere presente che in cottura l'alcool evapora e quindi si sentirà poco). Bagnare gli amaretti nel limoncello  e poggiarli sulla marmellata.


Ripiegare il bordo in modo da racchiudere il ripieno e spargere le mandorle a scaglie.


Infornare a 180° per i primi 20 - 25 minuti, poi regolare il forno con il calore solo dal basso e far cuocere per altri 10 minuti circa.
Far raffreddare, sformare e cospargere con zucchero a velo. 


6 commenti:

Batù ha detto...

una vera-vera goduria questa crostata! e.. originale! complimenti :-)

Lacucinaimperfetta di Giuliana ha detto...

Questa crostata ha un aspetto divino!!!!

Barbapapà, Luna e Blade :-) ha detto...

Ma che spettacolo goloso :) e grazie per la delucidazione a proposito della marmellata/confettura ^-^ C'è sempre tanto da imparare!

Licia ha detto...

Troppo buona,da rubare !!

Silvia -il pane al profumo di lavanda ha detto...

Mio Dio che bontà! Cosa mi fai vedere, sono a dieta!!!!!

Giulia ha detto...

Mmmmh ho l'acquolina in bocca!!!
Da provare subito!!! :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...