mercoledì 30 novembre 2011

Come fare un disegno con la Pasta di Zucchero

Vi è mai capitato di vedere una cosa e desiderare anche voi di saperla fare??
Bene, questo è quello che mi è capitato con la pasta di zucchero: potrei dire che è stato amore a prima vista!
Ho iniziato ad innamorarmene guardando, alla tv, "Il Boss delle Torte", dove il mitico pasticcere Buddy fa delle creazioni molto spettacolari ed estrose. Poi ho conosciuto Licia e le sue favolose torte, fatte con tanto amore....bellissime! Mi ha insegnato moltissime cose e questo è il risultato...
Per fare un disegno con la pdz, bisogna, prima di tutto, scegliere il soggetto e fotocopiarlo, dopodiché passare il disegno sulla carta forno, dato che dovrà stare a contatto con un alimento.
Ho preso la pdz (per la ricetta, guardate quella di Licia e cliccate qui) e l’ho colorata del colore desiderato, ovvero ho fatto un po’ di rosa per le orecchie, il grigio per il corpo di Tom, il nero, il marrone per Jerry e così via.
Ho steso la pdz a circa 3-4 millimetri di spessore e, in base al colore, ho ritagliato la parte del corpo corrispondente, l’ho adagiata sulla “sfoglia” e ho iniziato a segnare il contorno con un coltellino a lama liscia; poi ho tolto la carta e ho finito di ritagliare la parte.
Questo procedimento va fatto per ogni singolo pezzo: questo vuol dire che, a lavoro finito, vi troverete a dover rimettere insieme questo puzzle buonissimo da mangiare!
Prima di mettere i vari pezzi sulla torta, li ho provati sulla carta forno, per vedere se il lavoro era di mio gradimento e se i vari pezzi combaciavano abbastanza bene. Se questo non succedesse, non vi preoccupate, è normale; infatti, tutto il disegno ed ogni singola parte, va contornato da cioccolato fondente fuso, in modo da sigillare i vari pezzi ed eliminare le imperfezioni del “puzzle”.
Dato che io non mi sento sicura con il sac à poche, ho deciso che i contorni li avrei fatti sempre di pdz, ma tinta di nero e in sottilissimi cordoncini con i quali ho fatto, appunto, tutti i vari contorni e i dettagli come i baffi dei due animaletti.
Ci sono state delle parti che, invece, ho voluto fare in rilievo, come le mani di Tom,

 il suo nasino, le gotine, sue e di Jerry.
Qui è stato un lavoro più manuale e meno di ritaglio: ho fatto la sagoma della mano e sopra ho iniziato ad attaccarci dei salsicciotti di pdz per dare corpo al tutto. Le gote sono state delle semplici palline di pasta modellate sul musetto.
Fatto tutto ciò, ho farcito  la torta e su questa ho steso della pasta di zucchero bianca e poi ho iniziato a comporre il disegno, attaccandolo via via, con un po’ d’acqua, ho contornato il tutto con la pdz nera e….voilà, la torta è pronta!
Ecco come si presentava dopo:

Non nego che ci sia molto lavoro ma devo essere sincera, c’è anche tanta soddisfazione!!

6 commenti:

tifosissima ha detto...

grazie

Bea ha detto...

Grazie a te per aver letto tutto! Se hai bisogno di chiarimenti, chiedi pure!

Licia ha detto...

Devo dire chi l'allievo ha superato il maestro, brava!!! Licia

Bea ha detto...

Licia, tesoro, non esagerare!! Ho seguito i tuoi consigli. E poi lo sai quanto mi piace pasticciare!!
Grazie a te di cuore!!
Bea

Belinda ha detto...

Ma come ha fatto a sfuggirmi quasta bellissima lezione di decorazione? E' chiarissima e me la studierò nei minimi dettagli! Insieme a quella di Licia,ovviamente!!!! Per Natale ho qualche idea...

Bea ha detto...

Mi fa piacere che sia comprensibile! Alle volte è più semplice fare che non scrivere! Se hai bisogno, chiedi pure e poi ci farai vedere la realizzazione della tua idea, vero? Anche io ne ho una.....Ciao!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...