martedì 3 aprile 2012

Pisarei e fasò

Pisarei e fasò è il piatto tipico di Piacenza e sono degli gnocchetti conditi con un sugo di fagioli. Questo piatto della cucina povera, nacque per riutilizzare il pane raffermo, infatti l'impasto è una miscela di farina e pane grattato impastati con acqua. Vengono poi conditi con abbondante sugo di fagioli (sette fagioli per ogni gnocchetto). Per una massaia piacentina fare bene i "pisarei" significa farli di dimensioni molto piccole. Si dice che in passato quando un ragazzo presentava la propria fidanzata alla famiglia per il consenso e l'approvazione della sua scelta, la suocera controllasse il pollice della futura nuora. Se vi erano dei piccoli calli, segno evidente di confezionatrice di "pisarei", la ragazza veniva accettata ed il matrimonio era fattibile e sotto i migliori auspici. Questa sarà anche una leggenda, però una volta questo era un piatto popolare, mentre ora viene inserito in menù di pranzi importanti come curiosità gastronomica

Ingredienti:

Per l'impasto
500 g di farina
150 g di pane grattugiato
1 pizzico di sale
acqua tiepida q.b. (circa 350-400 ml)


Per il condimento
fagioli borlotti (anche se io preferisco i cannellini)
passata di pomodoro
olio extravergine d'oliva
cipolla
parmigiano grattugiato


Preparazione:



Disporre a fontana la farina sulla spianatoia e al centro mettere il pane e il sale e quindi "scottare" il pane a poco a poco con l'acqua, iniziando ad impastare unendo al pane la farina fino ad avere un composto omogeneo. Ora staccare un pezzo di pasta e formare le cosiddette "biscioline" della grandezza di una matita,


quindi staccare dei piccolissimi pezzetti (1 cm circa) che andranno premuti con il pollice arrotolandoli contro la spianatoia fino ad

 ottenere una piccola conchiglietta (vi assicuro che è molto più semplice da fare che da spiegare).

Con questa dose ne risultano alla fine circa 1 Kg e se ne cuociono 150-200 g a persona per averne un bel piatto abbondante.
Procedete ora con la preparazione del sugo: in una pentola di coccio rosolare l' olio extravergine con la cipolla, aggiungere i fagioli ( come già detto io preferisco i cannellini e uso quelli prelessati nel barattolo di vetro), poi mettere la passata e quindi allungare con dell' acqua se dovesse asciugare troppo, infatti il condimento non deve essere ristretto, ma molto abbondante. C'è anche chi aggiunge al soffritto del lardo o della cotenna di maiale (io non metto niente).
Cuocere i pisarei in abbondante acqua salata, appena vengono a galla sono pronti (ci vogliono circa 5-10 minuti). Condirli con il sugo e il parmigiano.










3 commenti:

Belinda ha detto...

Mi fa venire l'acquolina in bocca, questo piatto!! Mamma mia che delizia deve essere!!!

Barbapapà, Luna e Blade :-) ha detto...

altro che cucina povera:-) qui c'è da leccarsi i baffi^-^

Licia ha detto...

Posso averne un piatto? Scommetto che è tutto finito!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...