giovedì 5 aprile 2012

Pastiera

Dolce partenopeo per eccellenza, la pastiera napoletana o semplicemente pastiera, è una torta che simboleggia la primavera e che viene preparata proprio in occasione della Pasqua. Non me ne vogliano i napoletani se la ricetta che sto per proporvi non sarà sicuramente come l'originale, ma siccome mi è piaciuta talmente tanto, vorrei lo stesso condividere con voi questa "delizia" con qualche piccola modifica.. Un guscio di pasta frolla ripieno di una gustosissima crema di grano cotto, ricotta, uova, canditi aromi.
Ecco la ricetta:





Per la pasta frolla:
400 gr. di farina
200 gr. di zucchero
100 gr. di burro
1/2 bustina di lievito
2 uova intere
2 tuorli

Per il ripieno:
580 gr. di ricotta (350 gr. di mucca - 230 gr.pecora)
500 gr. di zucchero
6 uova grandi
2 fialette di aroma all'arancia Paneangeli
580 gr. di grano cotto
200 ml. di latte
30 gr. di burro
scorzetta di limone
80 gr. di cedro candito
70 gr. di canditi misti

Nota:
Con queste quantità ho ottenuto 2 pastiere del diametro di 26 cm.

Preparazione:
Preparare la frolla impastando velocemente tutti gli ingredienti, formare una palla, avvolgerla in pellicola e porre in frigo per una mezz'oretta. Nel frattempo preparare la crema di grano cotto: porre il grano in un tegame insieme al latte, il burro, la scorzetta di limone, un cucchiaio di zucchero (prelevato dai 500 gr.) e un pizzico di sale, cuocere a fiamma dolce per una decina di minuti, mescolando spesso, facendo addensare il composto e ottenendo così una crema. Lasciar raffreddare. Montare a neve gli albumi e mettere da parte.
Sbattere i tuorli con lo zucchero, aggiungere la ricotta setacciata, le fialette, la crema di grano raffreddata (tolta la scorza di limone), i caditi e amalgamare il tutto. Infine unire gli albumi montati con movimento delicato dall'alto verso il basso.
Stendere la pasta frolla (lasciandone una piccola parte per le striscette) in una tortiera a cerniera o anche una teglia in alluminio a bordi alti, foderata di carta forno, unirvi il composto ottenuto, stendere le striscette e cuocere in forno preriscaldato a 180° per 40-45 minuti o finchè la superficie non si sarà ben dorata. Attendere almeno un giorno prima di tagliarla.
Solitamente si prepara il giovedì santo per poi mangiarla la domenica di Pasqua.

6 commenti:

Al Cuoco! ha detto...

Questo dolce sta impazzando in rete ma è troppo bello vedere come ongnuno mette il suo tocco personale :)
Veramente squisita :)
Buona Pasqua :)

sississima ha detto...

bella golosa la tua pastiera, bello il tuo blog, l'ho scoperto per caso e mi sono iscritta tra i tuoi lettori, ciao SILVIA

Daniela ha detto...

Adoro la pastiera e quest'anno, per la prima volta, l'ho preprarata: speriamo sia riuscita bene!
Complimenti Roby la tua è meravigliosa :)

Milady ha detto...

Brava, ma ricorda che la vera pastiera vuole strutto e non burro e che non si sforma, si serve nel "ruoto" stesso in cui cuoce!

Barbapapà, Luna e Blade :-) ha detto...

bravissima davvero splendida!!!!!!

Papricadolce ha detto...

A me semra ottima anche se magari i napoletani doc la preparano diversamente ! Domani posterò anche la mia versione così ci confrontiamo :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...