sabato 27 ottobre 2018

Il mio castagnaccio di Saturnia per il Club del 27

Questo mese, il mitico gruppo del Club del 27 esce senza ricette da tradurre, ma è stata ripescata la sfida n.34 di MTC che ha come protagonista la castagna!
Cosa c'è di meglio delle castagne per onorare l'autunno?
Io ho scelto una ricetta che non conoscevo Il castagnaccio di Saturnia di Patrizia Malomo. Non che non conosca il castagnaccio, ma proprio non sapevo che ne esistesse uno di Saturnia e così goloso, per questo la mia ricetta segue pari pari quella riportata da Patrizia, non ho cambiato assolutamente nulla.
Il castagnaccio è un dolce rustico e gluten free, ma questo di Saturnia è talmente bello anche da vedere e così ricco di "tante buone cosine" sopra che io l'ho già messo nella lista dei dolci per il prossimo Natale 😊
Infatti il profumo della scorza dell'arancia candita e l'aroma del cioccolato che si sprigionano in cottura, ci proiettano nel periodo pre-natalizio quando si cuociono teglie di biscotti e dolci a tema.
Quindi questo mese piovono castagne su tutto il Club del 27! Andate a scoprire anche le altre ricette  e rifatele a casa, meritano tutte.
Ma andiamo a vedere come si prepara il castagnaccio di Saturnia.

Il castagnaccio di Saturnia per il Club del 27
Ingredienti 
(per una teglia quadrata di 23 cm) 

250 g di farina di castagne
320 ml di acqua
1 cucchiaio e 1/2 di olio extravergine d'oliva
Scorza di arancia candita
zibibbo o uva sultanina
25 g di pinoli
25 g di noci sgusciate
50 g di cioccolato amaro tritato grossolanamente
due rametti di rosmarino (ramerino)
un bicchierino di vin santo

Preparazione:
In una piccola ciotola versate l'uvetta (io ne ho usata una manciata) e lasciatela a mollo nel Vin Santo.
In una capiente ciotola mettete la farina a fontana e versate al centro l'olio extravergine.
Cominciate quindi ad incorporare lentamente l'acqua fredda e, con una forchetta, cominciate a mescolare cercando di sciogliere eventuali grumi.

Il castagnaccio di Saturnia per il Club del 27
Quando la farina avrà incorporato sufficientemente acqua, prendente una frusta e cominciate a mescolare la pastella che andrà formandosi aggiungendo, piano piano, tutta l'acqua e aggiungendone altra se necessario. La miscela deve essere liscia e fluida.
La consistenza dell'impasto deve essere come quella del miele liquido.
Prendete un foglio di carta da forno e bagnatelo, strizzatelo bene e foderatevi la teglia.
Versate la farinata di castagne che formerà una base alta quasi un dito.
A questo punto cospargete la superficie con "i chicchi": l'uvetta strizzata, i pinoli, le noci, la scorza d'arancia tagliata a dadini, la cioccolata a pezzetti e per ultimo gli aghi di rosmarino.

Il castagnaccio di Saturnia per il Club del 27

Mettete in forno preriscaldato a 160°C e fate cuocere per 30/35 minuti.
Il castagnaccio non deve seccarsi troppo nè formare le solite crepe.
Fate raffreddare e servite con del buon Vin Santo.

Il castagnaccio di Saturnia per il Club del 27


NOTA: alcune versioni di questo castagnaccio prevedono che parte degli ingredienti, tra cui il cioccolato, siano mischiati direttamente nell'impasto.

Il castagnaccio di Saturnia per il Club del 27

Il castagnaccio di Saturnia per il Club del 27






10 commenti:

Milena ha detto...

E' bellissimo e sarà presto nella mia dispensa. Complimenti ti è venuto veramente bene. Un abbraccio e buon fine settimana.

Sabrina Rabbia ha detto...

Non conoscevo proprio questa versione del castagnaccio, ti e' venuto davvero bene, brava!!!Baci Sabry

Rondinella ha detto...

Anche io l'ho fatto, anche se non lo amo molto, ma con tutta quella frutta secca, il cioccolato e la buccia d'arancia candita....una variante deliziosa del classico!!

elena ha detto...

Grazie di avermelo consigliato, effettivamente è buonissimo, sono stata davvero soddisfatta e il tuo è magnifico! Complimenti anche per la foto! <3

Tina Tarabelli ha detto...

Bellissima versione di questa ricetta!

Patrizia Malomo ha detto...

Il piacere di rivedere le proprie ricette fatte dagli altri e riuscite così bene è davvero enorme.
Ti ringrazio di averlo provato e spero che ti sia piaciuto come piace a me.
Un forte abbraccio e bravissima!
Pat

Simona Nania ha detto...

Non sono fanatica del castagnaccio ma questa versione ricca mi intriga davvero tanto! Vorrei degustarne un quadratino

Daniela ha detto...

Patrizia, mi è piaciuto talmente tanto che l'ho già rifatto ^_^ E' un piacere trovare ricette così ben descritte e perfette. Grazie a te per avermelo fatto conoscere <3

I Pasticci di Terry ha detto...

E fortuna che erano in italiano, sono riuscita a decidere in fretta la ricetta da replicare, senza problemi! Sai che il Castagnaccio l'ho fatto una volta, tantissimi anni fa, e non ne ero rimasta molto entusiasta. Però non mi pare di ricordare avesse tutti questi chicchi dentro. Forse così mi piacerebbe ...

barbara rangoni ha detto...

Sfizioso questo castagnaccio ..

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...