sabato 2 febbraio 2013

Frati Fritti

Visto che siamo delle golosone (e non solo noi!! ;D), visto che il Carnevale si sta avvicinando a grandi passi, oggi vi riproponiamo una ricetta soffice soffice........

I dolci che abbiamo a disposizione per il periodo di carnevale, sono veramente tanti: gli struffoli, le castagnole, le frappe, i tortelli dolci, le graffe, i cenci....... Nella mia zona sono molto rinomati i frati fritti, dolci ciambelle ricoperte di zucchero semolato che hanno, nell'impasto, le patate.
La mia mamma li preparava sempre in questo periodo: dopo averci fatto mangiare tantissimo a pranzo, ci diceva - "Andate a fare una bella passeggiata lungo mare, però tornate per merenda......". Non siamo mai stati così ubbidienti, tanto che alle 17 le suonavamo il campanello: per le scale iniziavamo a godere di queste prelibatezze, perchè il loro profumo aveva invaso tutto il condominio!
Lei andava "a occhio", così io ho dovuto pesare tutto per farne una ricetta.....

250 gr di farina 00
250 gr di farina Manitoba
500 gr di patate lesse
60 gr di burro morbido
1 bicchiere di latte (circa 200gr)
100 gr di zucchero
un pizzico di sale
2 uova
la scorza grattugiata di un limone
una fialette di essenza di vaniglia
2 cubetti di lievito di birra
Zucchero semolato qb
Olio per friggere qb

In una ciotola piuttosto grande mettere le due farine Rosignoli, lo zucchero, l'essenza di vaniglia, il limone grattato, il lievito sciolto nel latte tiepido e iniziare ad impastare con una forchetta. Quando il composto è abbastanza amalgamato, aggiungere le patate schiacciate ed impastare con le mani, mettere il pizzico del sale ed unire le uova, una alla volta, di modo che si leghino bene all'impasto. A questo punto mettere il tutto su una spianatoia ben infarinata e lavorare energicamente per qualche minuto (infarinare ancora a necessità); solo a questo punto aggiungere all'impasto il burro molto morbido. Continuare a lavorare fino a che l'impasto sarà morbido ma non si attaccherà più alle mani.
Far lievitare l'impasto in un luogo tiepido fino a che non raddoppia di volume. Adesso, dividerlo e formare dei cilindretti più o meno lunghi, che poi andranno uniti a ciambella e lasciati lievitare ancora un po'.
Friggere i frati in olio profondo (mi raccomando, l'olio deve essere caldo ma non eccessivamente, altrimenti rischiate di bruciare i frati e di non fargli compiere la terza lievitazione, quella che avviene, appunto, con il calore dell'olio), qualche minuto da una parte e poi dall'altra, fino a che non abbiano preso un bel colore dorato.
Appena pronti, scolarli su carta assorbente e rotolarli poi nello zucchero semolato.
Sono ottimi caldi, tiepidi, freddi e persino il giorno dopo!!!

29 commenti:

Al Cuoco! ha detto...

maaaammamia fanno venire una voglia!!! sembrano quelli che si comprano alle bancarelle durante le fiere..mmmhhh..buuuoooniiii!!:)

Bea ha detto...

Hai ragione, sono buonissimi e molto soffici! Ti farei sentire che sapore hanno quando sono ancora caldi......non smetteresti di mangiarli!!! Questa volta, poi, sono venuti particolarmente buoni!
Ciao e buona giornata!!

isabella ha detto...

Ne voglio una!!!
BRAVA BEA ISA

Alice nella Milano delle meraviglie ha detto...

mmmm che gola!!!! e una spalmata di nutella sopra no?? mmmm!!

Bea ha detto...

@Isa: se capiti da queste parti, fammelo sapere che le faccio di nuovo!!;D
@Alice: credimi, la nutella non serve........:D

Belinda ha detto...

Che meraviglia!!!! Li voglio proprio fare! Una domanda: le patate le pesi crude o cotte?

Bea ha detto...

Ciao Belinda, le patate le ho pesate prima crude, per capire quante ne dovevo usare (erano 3 patate e pesavano circa 650 gr), Dopo che le ho lessate e pulite sono diventate il peso giusto per fare i frati, ovvero 500 gr. Se hai bisogno, chiedi pure! Ciao ciao!!

LAURA ha detto...

Ciao a tutte 7 le brave cuoche, vi seguo e se vi fa piacere passate a trovarmi.
Cara Bea, le tue ciambelle sono golosissime, così belle ciccione e morbide!!!
Alla prossima

Belinda ha detto...

Grazie Bea!

Bea ha detto...

@Belinda: ma figurati, è un piacere!
@Laura: ciao, piacere di conoscerti, sono passata da te e ho trovato tante belle ricette e dei bei gattoni...Grazie per le ciambelle, questa volta sono venute particolarmente bene!!
Buona serata!!

Pina ha detto...

In effetti sono buonissime,ho la ricetta simile alla tua li preparerò x l'ultimo giorno di Carnevale!!!!brava Bea,baci Pina:)

Bea ha detto...

Grazie Pina, bacioni anche a te!!

Anonimo ha detto...

Ciao Bea, da noi a Catania si chiamano graffe è abbiamo la fortuna di averli in qualsiasi periodo dell'anno anche in forma mignon.Ma ti devo ringraziare per la ricetta,li farò al piu' presto,un bacione simonaannamanno

Monica ha detto...

Buonissimi!!!!
Se ti va passa a trovarmi

clara ha detto...

Brava Bea! Hanno un aspetto fantastico!
Ciao Licia, grazie per essere passata e per aver lasciato un messaggio! Vi seguo! La cosa che siete in 7 è davvero intrigante e poi ho già visto delle belle belle cosine!!!
Ciao e buona serata

Milady ha detto...

da noi si ghiamano anche "graffe", la ricetta è più p meno uguale!

Torte e Decorazioni ha detto...

Hanno un aspetto favoloso,con le patate sono da provare!!

Bea ha detto...

Grazie a tutte per aver letto questa ricetta, la mia supermamma ne sarebbe molto orgogliosa!!

Bea ha detto...

@Torte e decorazioni: grazie!! Se li provi fammi sapere cosa ne pensi!! Buona serata!!

Barbapapà, Luna e Blade :-) ha detto...

ne è avanzata una??? :-) che buone!!!!!!!!

La cucina di Molly ha detto...

Che golosità, mi hai fatto venir voglia di provarle quanto prima!Ciao

Bea ha detto...

@Luna:spiacente ma queste ciambelline non avanzano mai!! ;D
@Molly:credo che non te ne pentirai, se le provi....o forse si perchè non smetteresti di mangiarle! :D

speedy70 ha detto...

ne mangerei a quintalate, quanto mi piacciono!!!!!

elly ha detto...

Non sapevo che si chiamassero anche frati! Da noi sono le classiche ciambelle che una volta si trovavano (e anche oggi per la verità) al bar la mattina per fare colazione. Oggi se ne ordinano di meno perché diciamo che iniziare la mattina con un fritto alla nostra età non fa poi così bene. Però fa tanto bene alla nostra golosia!!! E diciamolo....con quello scricchiolio dello zucchero sotto di denti... una goduria! La ricetta mi sembra simile a quella classia che si prepara da noi... paese che vai, nome che trovi!!!

Simona Mastantuono ha detto...

ti sono venuti una meraviglia ....-che tentazione di prima mattina

Bea ha detto...

Buon pomeriggio! Avete ragione, di queste ciambelle non si riesce a fare a meno, sono golosissime, supersoffici e tirano tanto su di morale!!
Noi non le mangiamo per colazione ma per merenda e di solito, dopo, saltiamo direttamente la cena!! ;D
Qui nel mio paese le ho sempre sentite chiamare Frati ma no so come si possano chiamare da altre parti. Chiamiamole dolci e soffici bontà e non ci pensiamo più!! :D:D:D

Artù ha detto...

Grazie mille per essere passata dal mio blog, con piacere mi sono iscritta tra i tuoi lettori! Grazie anche per questa bella ricetta!

sorrisone ha detto...

golosissimi questi bomboloni, spesso li ho sentiti chiamare frati ma non credevo che avessero nell'impasto le patate! davvero invitanti, la tua merenda era veramente da invidia!
Baci
Coscina di pollo

Akeber ha detto...

zucchero bella nella nostra gustosissima ciambelle

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...