lunedì 11 luglio 2022

Crostata di pesche e albicocche al basilico

E sì! Lo dico subito: bisogna accendere il forno!

Non sapete quanto ci abbia riflettuto, ma la voglia di fare colazione con una fetta di questa crostata di pesche e albicocche al basilico ha poi avuto il sopravvento, e meno male aggiungo!

Era da un pò che mi frullava l'idea di aromatizzare una crostata con il basilico, avevo già usato la salvia, ve la ricordate questa crostata?

Io mi sono affidata a Fiordifrutta albicocche e pesche al basilico, dal gusto intenso e aromatico, molto estivo e fresco, che ha reso speciale la mia crostata, ma è possibile tritare del basilico fresco e mescolarlo alla frutta stessa. Ho provato entrambe le versioni 😉

Pochissimo è lo zucchero che ho usato nella preparazione di questa crostata, infatti nella frutta fresca non ne ho proprio messo.

Questa crostata di pesche e albicocche al basilico si conserva in frigorifero e va tolta una decina di minuti prima di servirla, infatti deve essere fresca, non proprio fredda!

Anzichè consumarla a colazione, preferite servirla a una merenda o ad un fine pranzo o cena? Aggiungete una pallina di gelato alla vaniglia o dello yogurt alla vaniglia, la renderete più elegante.

Crostata di pesche e albicocche al basilico

#rigonidiasiago #fiordifrutta #adv

Ingredienti:

300 g di farina

80 g di zucchero di canna

2 uova

70 ml di olio di semi

1 cucchiaino di lievito per dolci

1 pizzico di sale

buccia grattugiata di mezzo limone bio

Per il ripieno:

pesche e albicocche fresche (circa 400 g al netto degli scarti)

1 cucchiaio di amido di mais

Fiordifrutta albicocche e pesche al basilico


Preparazione:

Iniziamo subito con la preparazione della frolla all'olio, impastando tutti gli ingredienti, quindi dividiamo in due il panetto ottenuto, una parte deve essere più grande rispetto all'altra.

Prepariamo la frutta che va tagliata a pezzetti piccoli e raccolta in una ciotola, mescolarla al cucchiaio di amido di mais e mettere in disparte.

Ungere e infarinare uno stampo da 22/24 cm di diametro, foderarlo con un disco di frolla ricavato dalla parte più grande, ritagliare l'eccesso, velare con la Fiordifrutta, quindi riempire con la frutta raccolta nella ciotola.

#Fiordifrutta #RigonidiAsiago #adv

Stendere anche il secondo disco di pasta, ricoprire la frutta per bene e sigillare accuratamente i bordi.

Al centro del "coperchio" ritagliare un piccolo foro per far uscire i vapori della frutta durante la cottura.

Cuocere in forno già caldo a 180° per 40 minuti, deve dorare, quindi farla raffreddare per bene, croccante fuori e morbida dentro.... Non si avanzeranno nemmeno le briciole!

#fiordifrutta #rigonidiasiago #adv

Enjoy!



10 commenti:

edvige ha detto...

Purtroppo dolci non per me è se si forno ancora meno non ce la faccio, però la crostata è sublime. Buona settimana.

Natalia ha detto...

Come ogni estate, accendo sempre il forno, anche quando fa molto caldo. Per nulla al mondo rinuncerei al dolcetto fatto in casa o al pane appena sfornato.
Particolare questa confettura.

Milena ha detto...

Una crostata rustica e golosa, passo da te a prenderne una fettina?
Un abbraccio e buona settimana.

ipasticciditerry ha detto...

Un connubio curioso, sicuramente da provare. Il forno? Il mio è sempre in funzione, estate e inverno, senza problemi. Un abbraccio

speedy70 ha detto...

Una golosa tentazione questo dolce, bravissima!!!

Andrea Pizzato ha detto...

semplicemente buonisssima e fatta con ottimi prodotti!

elena ha detto...

deve essere buonissima!!! e pazienza se si deve accendere il forno, ci adatteremo! un abbraccio!!!

Carmine Volpe ha detto...

cero accendere il forno oggi è un attentato :-))), scherzo ma per una costata cosi ne vale la pena

Daniela ha detto...

Carmine, una bomba ahahahahahah

Grazie di <3

Daniela ha detto...

Grazie a tutti/e <3