giovedì 28 marzo 2013

Schiaccia di Pasqua di casa mia

Nella tradizione della mia famiglia, anche se mezza toscana e mezza marchigiana, c'è sempre stata questa schiaccia che la mia mamma faceva con tanto amore nei giorni che precedevano la Pasqua.
E' un dolce asciutto che si accompagna bene con i vini liquorosi, sia dolci che secchi ma soprattutto, per quanto mi riguarda (visto che sono totalmente astemia!) nel latte e caffè della mattina.......

Questa è la ricetta:
400 g di Farina OO
400 g di Farina Manitoba
300 g di Zucchero
50 g di Lievito di birra
200 gr di acqua
200 gr di latte
150 g di Burro
40 g di Strutto
3 Uova
25 g di Semi anice
1/2 bicchiere di Liquore anice (circa 80 gr)

Mescolare le due farine con lo zucchero, aggiungere il lievito sciolto nell’acqua e latte e impastare. Fare un panetto tipo quello della pizza e metterlo a lievitare in una ciotola nel forno leggermente intiepidito (circa 40°).
Nel frattempo mettere a rinvenire i semi di anice nel liquore.
Quando l’impasto sarà ben lievitato, schiacciarlo con le mani e iniziare ad aggiungere un uovo (leggermente sbattuto) alla volta, lavorando con le mani di modo che si unisca bene il tutto.

Se però possedete un'impastatrice, il vostro lavoro e la vostra fatica verranno dimezzati (per non dire eliminati quasi totalmente!). A questo punto mettere nell’impasto anche il burro e lo strutto a temperatura ambiente e, per ultimi, gli anici e il liquore. Lavorare il tutto in modo molto vigoroso; in poco tempo otterrete un impasto consistente ma ancora molto appiccicoso. Una volta ben amalgamati tutti gli ingredienti, ho aggiunto un po’ di farina (qualche cucchiaio in più rispetto a quella indicata negli ingredienti) in modo tale da ottenere un composto più sodo e che si attacchi meno alle mani ma non di una consistenza come l'impasto della pizza (non riuscirete a lavorarlo nella spianatoia).

Ho diviso l'impasto in due parti da un chilo circa ognuna e l'ho messo in teglie imburrate ed infarinate, le ho coperte con pellicola e messe di nuovo dentro al forno tiepido per far lievitare una seconda volta. Ho cotto il tutto a 180° per circa 40 minuti non nella parte centrale del forno, ma un "piano" più in basso, per non far bruciare la superficie che ho spennellato con un uovo sbattuto.
Prima di sfornare fare la prova stecchino: se uscirà bello asciutto, la schiaccia sarà cotta. Lasciarla raffreddare e servirla con del Vinsanto.

Se poi vi dovesse avanzare un po' d'impasto, potete sempre aggiungerci ancora un po' di farina e creare delle ciambelline che noi chiamiamo "Corolli".

Buona Pasqua a tutti!!!

12 commenti:

Ely ha detto...

Buona Pasqua a te e coloro che ami, Bea! <3 Questa schiaccia è BELLISSIMA e deve anche essere deliziosa! :D Un abbraccione!

La Cucina Imperfetta di Giuliana ha detto...

L'aspetto è bellissimo, chissà che bontà!!!!

Ely Valsecchi ha detto...

Oh caspita ma è una meraviglia!!!!!! che bello avere delle tradizioni pasquali in cucina noi qui non ne abbiamo o almeno ionon le conosco, un bacione e auguri di una Pasqua serena, baci

Barbapapà, Luna e Blade! ha detto...

Ma è splendida!!! Chissà che buona e come te altro che con vini e liquori...nel lattuccio caldo la mattina ci stà alla grande!!! Bravissima!

Borse della Borzzeria ha detto...

Bimbe tremate ..... per la pasqua mi cimento in cucina.
Preparo o meglio provo a preparare la Pastiera Napoletana.
La tua schiaccia di pasqua fa venire l'acquolina solo a guardarla in foto.
Buonissima Pasqua
Margherita

2 Amiche in Cucina ha detto...

bellissima, anche io sceglierei di accompagnarla con il latte e caffè.
Auguri di Buona Pasqua a tutte.

Bea ha detto...

Buonasera a tutte!! Ma siete tutte astemie come me?? Ma nel caffèlatte è una vera goduria, diventa leggermente "corretto" e va giù che è un piacere!! ;D
@Borse della Borzzeria: Margheritaaaaa, vai che sono con te e se hai bisogno non hai che da fare un fischio.....a mangiare la pastiera sono bravissima!!! :D
Ragazze vi auguro una serena Pasqua a voi e alle vostre famiglie!!!
Un abbraccio a tutti quanti!

Annamaria ha detto...

Io no!!L'accompagnerei con un goccio di vin santo:))
Bellissima.

Idee nel gusto ha detto...

Deve essere davvero buona con il vino dolce e io concordo con Annamaria il Vin Santo è la morte sua...ciao e Buona Pasqua

Bea ha detto...

Bellissima la "gara" caffèlatte contro vinsanto!!! :D:D:D
Buona notte a tutte!!!!

carmencook ha detto...

Splendida la tua schiaccia!!
Perfetta per la colazione e per essere pucciata in una bella tazza di latte freddo!!
Bravissima!!
Un abbraccio e Buona Pasqua
Carmen

Alessandrachef ha detto...

Mmmmmmmm che bonta'!!!!!ottima ricetta!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...