lunedì 27 aprile 2020

Gnocchi vintage per il Club del 27

Siamo ad aprile e ad un nuovo appuntamento con il mitico Club del 27.
Questo mese abbiamo cucinato gli gnocchi e le ricette sono tutte tratte dal libro "Facciamo gli gnocchi" , una raccolta di ricette e consigli per una buona e perfetta riuscita degli gnocchi, delle amiche dell'mtc riunite in questo libro!
Cliccando →qua← troverete tutte le ricette delle amiche e degli amici del gruppo, non perdetele!
Nell'elenco delle ricette di gnocchi proposte, una ha attirato la mia attenzione e curiosità, per il nome particolare: gnocchi vintage!
Mai sentiti! Vintage perchè? 
Mi sono subito fatta inviare la ricetta per leggerla (purtroppo non ho il libro in casa 😔) e..... sì sì, ho pensato, la provo subito! 
Entusiasmo alle stelle (una cosa rara in questo periodo) per questi gnocchi di patate conditi con burro, zucchero, grana e cannella.
Ringrazio l'autrice Cinzia  per avermi permesso di conoscere uno spaccato della sua vita e dei suoi ricordi.
Racconta Cinzia che in tempo di guerra questi gnocchi vintage rappresentavano un pasto completo e riuscivano a soddisfare la voglia di dolce dei bambini.
Lo zucchero, prezioso ingrediente in tempo di guerra, veniva dosato con parsimonia, le patate erano disponibili in quasi tutte le case, mentre il burro e il grana (forse era un formaggio del contadino più che grana) erano presenti più facilmente nelle case contadine, dove c'erano degli animali.
Dopo aver letto il post mi sono ricordata dei racconti della mia nonna dove lei e i suoi quattro fratelli, mangiavano polenta e uova perchè avevano qualche gallina.
Con un moto di nostalgia affettiva per i miei cari che non ci sono più e per i ricordi di Cinzia, ho deciso che gli gnocchi vintage sarebbero entrati anche a casa mia.
Gnocchi vintage, da provare e far provare anche ai bambini, raccontando loro che un tempo, erano il dolce dei loro coetanei di una volta!

                                 
Ingredienti:
600 g di patate
180 g di farina
1 pizzico di sale

120 g di burro
qualche foglia di salvia fresca
2 cucchiai di grana grattugiato
1/2 cucchiaino di cannella
1 cucchiaio zucchero

Preparazione:
Per la preparazione degli gnocchi vintage iniziamo con il pulire per bene le patate e quindi cuocerle. Io ho cotto le patate al vapore nella pentola a pressione: appoggio le patate nel cestello e chiudo con il coperchio, calcolo 10 minuti di cottura dal sibilo, faccio sfiatare e apro la pentola.
Una volta cotte passarle nello schiacciapatate sulla tavola di legno, salare e al centro mettere la farina.
Lasciare intiepidire leggermente le patate e poi iniziare ad impastare fino ad avere un composto omogeneo, staccare un pezzo, formare dei cilindri (1 cm di diametro circa) che andranno poi tagliati a pezzetti e, ogni pezzetto (circa 2 cm l'uno), passato sul rigagnocchi (o una forchetta).



Portare ad ebollizione l'acqua con il sale per la cottura degli gnocchi.
Nel frattempo sciogliere il burro in una padella con qualche foglia di salvia.
In una tazza mescolare il grana con lo zucchero e la cannella.
Appena gli gnocchi salgono a galla toglierli dalla pentola e passarli velocemente nella padella con il burro sciolto e la salvia, aggiungere la miscela di grana zucchero e cannella e versare nei piatti di servizio. Spolverizzare con altro grana-zucchero-cannella e decorare con la salvia e servire ben caldo.



E' possibile rendere il piatto ancora più gustoso, friggendo le foglie di salvia dopo averle passate nell'uovo e nel pangrattato (io non l'ho fatto)!





Buon appetito!









16 commenti:

Tomaso ha detto...

Cara Daniela, un pranzo con un buon piatto di questi gnocchi è quello che ci vuole.
Ciao e buona giornata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
Tomaso

zia Consu ha detto...

Questo piatto incontra sempre il gusto di tutti ^_^
Buona settimana Dani <3

edvige ha detto...

Chi viveva nella realtà contadina, parliamo dell'immediato dopoguerra, poteva avere uova, latte, patate e qualche altro prodotto dell'orto che scambiava con altri alimenti. I gnocchi vintage venivano fatti solamente con la farina scura non raffinata e se si riusciva un uovo altrimenti si usava l'uovo e latte in polvere quella volta regalata dall'Usis a Trieste. Non era buono ma riempiva la pancia e con un pò di burro salato si mandava giu. Buoni questi sicuramente. Buona settimana.

Milena ha detto...

Originali questi gnocchi, un po' dolci e un po' salati, profumati alla cannella e salvia. Devono essere molto golosi e particolari. Un abbraccio e buona settimana.

elenuccia ha detto...

Durante la guerra credo infatti che il grana fosse praticamente introvabile, più raro dei diamanti. In casa mia gli gnocchi di patate sono sempre piaciuti molto, mia nonna ce li faceva sempre proprio perchè erano stati parte della sua infanzia

Glogg the Blog ha detto...

Dani, ma siamo tutti in periodo vintage per ora.... come mai??? hahahhaa
sará colpa della quarantena....
un abbraccio, ricetta bellissima!

Milady ha detto...

Mi piacciono molto,la versione che conosco io è senza salvia.

Vitto Pasticciaconme ha detto...

Mia mamma preparava spesso gli gnocchi, anche quando noi sorelle eravamo già sposate. Ne faceva una quantità industriale e poi ci mandava papà direttamente a casa per la consegna....bei tempi :-)
Molto particolare la tua ricetta è da provare sicuramente :-P
un abbraccio!

ipasticciditerry ha detto...

Non lo sapevo si chiamassero così. Li ho preparati tanti tanti anni fa (io si che sono vintage ahahaahah) Molto particolari, bravissima Dani

EatParadeBlog ha detto...

I piatti legati a storie e ricordi sono quelli che più amo. Grazie!

KATIA ZETA ha detto...

Semplici ed eleganti, nella loro semplicità. Buonissimi!

Tina ha detto...

Che profumo deve avere questo piatto!Bella scelta

Cindystar ha detto...

Grazie, Daniela, per averli provati. Non hanno un nome ben definito, forse agrodolci stava meglio, li ho chiamati Vintage io a ricordo di un tempo passato, dove ci si accontentava di poco, per scelta o costretti dal momento tragico del momento. Ma da noi non mancano mai, concludono sempre la nostra grande abbuffata quasi settimanale di gnocchi al pomodoro, il nostro comfort food per eccellenza :-)

Daniela ha detto...

Cinzia, vintage o altro a noi sono piaciuti tanto ^_^

Un abbraccio

Sabrina ha detto...

Come resistere ad un buon piatto di gnocchi!!

elena ha detto...

ti sono venuti molto bene, sono davvero particolari e la voglia di assaggiarli è tanta! Complimenti anche per le foto, l'ultima in bianco e nero li rende ancor più vintage! Bravissima!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...